Reportage di Brigitte Cano e Marie-Laurence Chanut

“L’amore è più forte dell’odio”, questo slogan ha accompagnato le migliaia di parigini raccolti nell’omaggio alle vittime dell’attacco armato al giornale Charlie Hebdo.

Mercoledì 7 gennaio 2015 a Parigi, la sede del giornale satirico francese Charlie Hebdo è stata obiettivo di un attentato nel quale sono rimaste uccise 12 persone tra giornalisti e agenti di polizia.

Rapidamente nel tardo pomeriggio, una folla compatta e commossa si è riunita in Place de la République ai piedi della statua che rappresenta un’allegoria della Repubblica per rendere omaggio alle vittime e testimoniare il sostegno ai loro familiari.

Le 35.000 persone presenti, attente a evitare ogni deviazione violenta, hanno affermato in modo calmo ma determinato, al di là delle divergenze, l’importanza della vita, il rifiuto del terrore e il rispetto della libertà di stampa.

La folla è rimasta riunita per l’intera serata a vegliare con le candele accese nel centro della piazza.

Questa manifestazione non violenta dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, che l’essere umano è capace di mobilitarsi perché nella società di cui è parte integrante siano rispettati i valori ai quali è legato, come la libertà di espressione e la solidarietà.

Anche l’equipe parigina di Pressenza è stata presente in piazza per manifestare il proprio rifiuto della violenza e la propria solidarietà.

Questo video è una testimonianza di questo evento.

Traduzione di Redazione Italia