referendum 4 dicembre

Roberto Saviano e il referendum costituzionale

Ha ragione Roberto Saviano quando scrive: “Mi piace tranquillizzare gli italiani su un punto: se vincesse il no l’Italia non sprofonderebbe nel baratro e una riforma costituzionale sarà sempre possibile in futuro, come in caso di vittoria del sì non…

L’ideologia della rottamazione e il Cnel

Rottamazione. Nel progetto di revisione costituzionale la parola “rottamazione” non c’è, ma se ne possono cogliere facilmente le conseguenze. Forte limitazione del bicameralismo paritario, eliminazione delle competenze concorrenti tra stato e regioni, abolizione delle province e del Consiglio nazionale economia…

Il No e il 1968

Abbiamo vissuto un’importante stagione  di lotte, animati dai valori della pace, della libertà e della giustizia sociale per ogni essere umano e popolo del mondo.  La democrazia superò i cancelli della fabbrica.  Ci siamo battuti per il diritto allo studio, nessuno escluso.…

La delicata funzione della garanzia costituzionale

A breve tutti gli elettori saranno chiamati a pronunciarsi nel referendum costituzionale, previsto dall’art. 138 della Carta: “Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non…

Referendum costituzionale: le ragioni del Movimento Nonviolento

In questa nota, redatta dal Movimento Nonviolento, ci soffermiamo su alcune idee che afferiscono ai contenuti, alle modalità, alla legittimità delle modifiche proposte dalla riforma costituzionale. Alle tifoserie preferiamo il ragionamento. Siamo per la democrazia aperta, contro la riduzione della…

Il referendum e il patriottismo costituzionale

Tra l’azione del governo e la riforma della Costituzione c’è una contraddizione logica. Per un verso il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi  non perde occasione per presentare gli ottimi risultati ottenuti grazie alle riforme introdotte con il programma…

1 2