Paolo D'Aprile

Paolo D'Aprile

Nasco nel 1963... sono un uomo di mezza età! Vivo a São Paulo dal 1989 e il mio lavoro di fisioterapista mi ha portato in contatto con le situazioni estreme della città, dalle favelas ai "meninos de rua". Ho partecipato a vari progetti di inclusione attraverso l'esercizio dei diritti civili. Da grande voglio fare il calciatore, l'astronauta e il pompiere.

25.07.2020

Brasile, Covid-19: la nuova normalità del nuovo fascismo

Brasile, Covid-19: la nuova normalità del nuovo fascismo

Lo sterminio deliberato di una comunità, un gruppo etnico, un popolo intero, per azione diretta od omissione di determinate azioni che potrebbero impedirlo, non fa più parte di una nefasta ipotesi, di un timore precoce determinato dalle parole proferite in comizi di piazza: lo sterminio genocida è la realtà che… »

23.07.2020

Brasile: necropolitica

Brasile: necropolitica

La mia specialità è uccidere, non  quella di curare nessuno. Era il 2017 quando Bolsonaro, deputato federale, appoggiava l’approvazione di un medicamento – secondo lui – “capace di curare ogni tipo di tumore”. I giornalisti gli domandavano su quali basi scientifiche si basasse per sostenere questa idea. Bolsonaro rispondeva… »

18.07.2020

Lettera di Frei Betto agli amici all’estero

Lettera di Frei Betto agli amici all’estero

Cari amici, qualche giorno fa per descrivere quello che accade in Brasile usavo a chiare lettere la parola Genocidio. La mia intenzione era proprio quella di definire come tale la morte di migliaia e migliaia di persone, sia per incuria, che per azione e/o omissione deliberata del governo… »

14.07.2020

Paraisópolis, São Paulo: la favela e il Covid

Paraisópolis, São Paulo: la favela e il Covid

Gli anni trascorsi dal golpe parlamentare-mediatico-giudiziario che risultò nell’impeachment fraudolento della presidente del Brasile Dilma Rousseff, oltre a provocare la distruzione lenta e sistematica dei dispositivi democratici di controllo popolare sulle attività di governo, hanno avuto come risultato drammatico quello che l’ONU oggi annuncia: 43 milioni di persone a rischio… »

09.07.2020

Bolsonaro attacca lo status dei popoli indigeni, una premessa al genocidio

Bolsonaro attacca lo status dei popoli indigeni, una premessa al genocidio

“Odio il termine ‘popoli indigeni’ è ora di finirla una buona volta con questi privilegi: esiste un popolo solo, il popolo brasiliano”. Così disse l’esecrabile ministro dell’educazione Abraham Weintraub durante una riunione del governo; per fortuna poi ha dato le dimissioni dopo un’inchiesta su di lui da parte del Supremo… »

07.07.2020

Bolsonaro positivo

Bolsonaro positivo

Gripezinha. Raffreddorino. Io con il mio passato di atleta. E chemmefrega. Isteria della stampa per destabilizzare il mio governo. Sono solamente alcune delle decine di bestialità proferite in rete nazionale da Jair Bolsonaro, presidente del Brasile. Il mio amico telefona: accendi la tv. Accendo. Ieri, dopo aver avuto la febbre,… »

04.07.2020

La Mosca

La Mosca

Ma voglio di più di quello che vedi, voglio di più di questi anni amari (Pino Daniele) Corpi in massa… »

10.06.2020

Covid-19: il Brasile tra generali e disinformazione

Covid-19: il Brasile tra generali e disinformazione

Il ministero della salute ha divulgato il nuovo metodo di conteggio. Ogni giorno saranno contabilizzate le vittime di quelle ultime 24 ore. I decessi avvenuti nei giorni anteriori che ancora non erano stati confermati come Covid ( per la difficoltà inerente agli esami post mortem), ma in seguito rivelatisi positivi,… »

14.02.2020

Lula, il Papa e il ministro dell’economia brasiliano

Lula, il Papa e il ministro dell’economia brasiliano

Mentre Lula in Vaticano abbraccia il papa, Paulo Guedes, il potentissimo ministro dell’economia, parla a un manipolo di investitori della finanza, agli industriali, a quelli che una volta si chiamavano i padroni. Sí, i padroni. Qui i padroni non si sono trasformati in anonimi e inattingibili azionisti, qui i padroni… »

11.02.2020

Brasile: tra libri proibiti, miliziani uccisi e un libraio ebreo

Brasile: tra libri proibiti, miliziani uccisi e un libraio ebreo

Una lista di qurantadue libri: alcuni classici brasiliani, Kafka, Edgar Allan Poe, e, sottolineato, enfatizzato, tutti i volumi di Rubem Alves, educatore libertario, punto di riferimento culturale del Brasile contemporaneo. Il governatore dello stato di Roraima con una circolare ordina che i quarantadue libri siano ritirati dalle scuole per “divulgare… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.