Marinella Correggia

Marinella Correggia, ecoattivista contro le guerre dal 1991, ha partecipato a diverse delegazioni di pacifisti internazionali che contestavano le guerre condotte anche dall'italia. In particolare l'Iraq Peace Team a Baghdad e dntorni durante l'attacco Usa/Uk nel 2003, a Belgrado durante l'attacco Nato nel 1999, a Tripoli e altrezmzone libiche durante l'atacco Nato nel 2011. Fa parte della Rete No War Roma particolarmente attiva a partire dalla guerra alla Libia.

Eventi del 9 ottobre e piccoli ricordi dalla storia recente (2001, 1991…). Stesso copione?

Passano i decenni ma i meccanismi di piazza si ripetono. Almeno in Italia. Si è visto il 9 ottobre 2021 quando un gruppo di figuri forzanovisti ancora annidati a Roma – gente che da sempre cerca di fare la mosca…

Anche in India, la chiave è il trattamento tempestivo e la prevenzione

Dal mese di aprile al mese di giugno 2021, alle tante emergenze mondiali si è aggiunto improvviso il caso India: un picco di mortalità collegata alla malattia Covid-19. Il paese ha continuato ad avere un numero di morti per milione…

Caro virologo televisivo, giù le mani dagli innocenti fucilati nella prima guerra mondiale

Il virus Sars-CoV-2 può trasmettere ai soggetti predisposti una patologia grave: la cattiveria. Credevamo di averle sentite tutte e invece no. Così, uno dei tanti virologi televisivi ha detto testualmente, riferendosi ai medici che rifiutano il vaccino: «A suo tempo i soldati venivano…

Covid-19: Le cure degli altri

Andry Rajoelina presidente del Madagascar, paese dove finora non si è registrato nemmeno un morto da Covid19, ha annunciato che è disposto a donare ai “popoli fratelli” la cura naturale Covid-Organics messa a punto dall’Istituto malgascio di ricerche applicate (Imra), in grado di rafforzare le difese immunitarie.

La quarantena vista dal Burkina, nella dura stagione secca…

Intervista a Grazia Le Mura, volontaria da venti anni in Burkina, ci racconta come viene vissuta e affrontata la quarantena all’interno del suo eccezionale progetto con i bambini e le famiglie burkinabè.

4 novembre 2018: chi ricordare, chi celebrare, chi maledire nel centenario dalla fine del grande macello mondiale

Ci si sente schiacciati dallo sfoggio di sciovinismo bellicoso, in questo 4 novembre 2018 chiamato “giorno della vittoria nel centenario della grande guerra”. Un’intossicazione di bellicosi inni di Mameli, marce militari con divise della prima guerra mondiale (quelle non crivellate…

Politici, armaioli e banchieri italiani: tutti e sempre in ginocchio dai re Saud (e dagli altri petrogolfisti)

Come si spiega che i politici italiani di ogni colore non appena accedono a posti di comando si confermano fedeli sudditi dei monarchi del Golfo? I governi (nazionali e locali) cambiano ma il srevilismo rimane. Il reame dell’Arabia saudita e…

Bombardamenti USA a Raqqa. I civili che non contano

Nel governatorato di Raqqa, in Siria, molti sono i civili uccisi dalla Coalizione guidata dagli Stati uniti, nell’offensiva contro lo Stato islamico condotta insieme alle Syrian Democratic Forces (gruppi dell’opposizione armata siriana). Ma sono vittime che destano scarsa attenzione da…

Per la pace in Venezuela: manifestazione a Roma

Roma, mercoledi 17 maggio dalle 14 alle 17,30, piazza delle 5 lune. Movimenti, associazioni e partiti in solidarietà con la rivoluzione bolivariana manifestano per la pace in Venezuela: CONTRO LA VIOLENZA GOLPISTA DELLA DESTRA IN VENEZUELA CONTRO LE INGERENZE ESTERNE…

Due anni di bombe e fame in Yemen. Sit-in a Piazza San Pietro

Sit-in a Piazza San Pietro per la pace in Yemen, organizzata da Rete No War a piazza San Pietro, al momento dell’Angelus, il 26 marzo 2017, in contemporanea con un’enorme manifestazione nella capitale yemenita Sana’a e in diverse città del…

1 2 3 4