Convergencia de las Culturas

Convergence of Cultures is an organism that is part of the Humanist Movement. Its mission is: 1. To facilitate and stimulate dialogue between cultures. 2. To fight discrimination and violence. 3. To take its proposal to all latitudes. www.convergenceofcultures.org

21 marzo: Giornata Internazionale contro il razzismo e la xenofobia

Nessun muro tra gli esseri umani! In questo 21 marzo, Giornata Internazionale contro il razzismo e la xenofobia, Convergenza delle Culture vi invita a prendere contatto con la parte più essenziale di voi stessi, a prendere contatto con ciò che…

No alla fossa comune alla frontiera sud dell’Unione Europea

Il 3 luglio a Madrid varie organizzazioni europee hanno diffuso una dichiarazione di denuncia sulla situazione catastrofica nel Mediterraneo, che assomiglia sempre di più a una fossa comune alla frontiera sud dell’Unione Europea  e sull’assoluta meschinità mostrata dai leaders politici nel modo di affrontare tale situazione,…

Una finestra sulla cultura dell’Albania

Convergenza delle Culture-Torino organizza: SERATE DELLE CULTURE Una finestra sulla cultura dell’Albania Venerdì 8 maggio 2015 – ore 20:30  –  presso Casa Umanista – via L. Martini 4, Torino     In questo  4° appuntamento delle “Serate delle Culture” parlermo*…

Giornata Internazionale della Donna – Dal punto di vista della cultura

L’8 marzo ricorre di nuovo la Giornata Internazionale della Donna, e Convergenza delle Culture coglie l’occasione per sottolineare ancora una volta sia il carattere universale della violenza contro le donne, sia le lotte di quest’ultime per la conquista dei loro diritti. Per questo, lanciamo un appello perché venga superato questo comportamento sociale di stampo preistorico.

Costa D’Avorio, la crisi ignorata

Il Partito Umanista denuncia la violenza crescente dovuta alla crisi post-elettorale non risolta che si sta producendo in Costa D’Avorio.
Reclamiamo una soluzione nonviolenta che permetta al paese di superare la frattura sociale. La violenza indiscriminata ha causato numerose vittime, tra le quali Lacina, Drissa y Moumouni, militanti umanisti.