Il giudice per le indagini preliminari di Palermo Lorenzo Jannelli ha accolto le richieste del procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi, dall’aggiunto Marzia Sabella e dal sostituto Gery Ferrara e ha deciso di rinviare a giudizio l’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Le accuse sono di sequestro di persona e rifiuto di atti d’ufficio per aver lasciato in mare per venti giorni 147 migranti salvati dalla nave Open Arms nell’agosto 2019. Il processo inizierà a Palermo il 15 settembre.

“Violare un diritto fondamentale come quello della protezione degli esseri umani in mare per fare propaganda politica, è vergognoso e mi fa male come soccorritore. È importante che si vada avanti, è assurdo che nel 21 secolo si sia accettato di mettere in discussione la protezione della vita e della dignità delle persone. Che il processo sia l’occasione per giudicare un pezzo di storia europea e per rimettere al centro i principi democratici su cui si fondano le nostre costituzioni” ha commentato Oscar Camps, fondatore e direttore di Proactiva Open Arms.

“Felici per tutte le persone che abbiamo tratto in salvo durante la #Missione65 e in tutti questi anni. La verità del Mediterraneo è una, siamo in mare per raccontarla” si legge nella pagina Facebook di Open Arms.