Australia, il Parlamento dello Stato di Victoria dice no alla “terapia di conversione”

11.12.2020 - Riccardo Noury

Quest'articolo è disponibile anche in: Francese, Portoghese, Greco

Australia, il Parlamento dello Stato di Victoria dice no alla “terapia di conversione”
(Foto di Foto: https://pixabay.com/it/pride-lgbt-bandiera-arcobaleno-828056/)

Il 10 dicembre, Giornata Mondiale dei Diritti Umani, la Camera bassa dello Stato australiano di Victoria ha messo fuorilegge la “terapia di conversione” (uso le virgolette perché si tratta di una pratica che non si basa su alcuna evidenza scientifica e non ha nulla di terapeutico).

Stiamo parlando di un trattamento pseudoscientifico crudele e degradante, ancora vigente in molti Stati, volto a cambiare l’orientamento sessuale di una persona dall’omosessualità o bisessualità all’eterosessualità, anche mediante l’utilizzo dell’elettroshock.

Il testo approvato in prima lettura prevede fino a 10 anni di carcere per chi, in violazione della legge, cercherà di cambiare l’orientamento sessuale di una persona procurandole ferite gravi.

Il voto finale del Parlamento è previsto nel febbraio 2021.

Categorie: Diritti Umani, Oceania
Tags: , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Racconti della Resistenza

Racconti della Resistenza

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.