Ieri è stato celebrato a Torino il TDOR, Transgender day of remembrance, il giorno nel quale si ricordano le persone trans morte a causa della transfobia.

Veet Sandeh, Presidentessa della Onlus Sunderam Identità Transgender ha celebrato ieri in piazza Castello a Torino il TDOR, il giorno del ricordo per persone Trans assassinate nel mondo.

Anche quest’anno il triste conteggio è allarmante: 356 persone uccise nel mondo di cui 7 in Italia.

Proprio a causa di questi delitti e della violenza di cui è oggetto la comunità LGBTQ+ è in discussione il disegno di legge Zan sull’omotransfobia.

E’ stato ricordato che le persone Trans sono persone: purtroppo nel documentare e nell’apprendere questi delitti lo si dimentica, mettendo inutilmente in risalto aspetti morbosi, mancando totalmente di rispetto alla persona assassinata spesso in modo feroce.

La manifestazione si è tenuta in forma statica e molto ridotta a causa del Coronavirus, presenti in piazza esponenti di Non Una di Meno Torino, Freek Pride, Wild CAT Collettivo Anarco-femminista Torino e l’Assessore Marco Giusta.

Purtroppo un po’ fuori contesto e mancati della dovuta empatia alcuni interventi da parte di persone più giovani.

Molto toccanti e commossi altri interventi, sono anche stati letti i nomi di alcune delle centinaia di persone Trans assassinate.

Davvero molto lungo e partecipato l’applauso a fine manifestazione, un sacrosanto tributo alle migliaia di persone Trans che negli anni sono state barbaramente uccise.

Video e interviste a cura di Murat Cinar: