Bielorussia, evento storico: la Corte Suprema annulla una condanna a morte

03.07.2020 - Riccardo Noury

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo, Francese, Tedesco, Greco

Bielorussia, evento storico: la Corte Suprema annulla una condanna a morte
(Foto di agenzia Dire)

Il 30 giugno la Corte Suprema della Bielorussia ha accolto l’appello di Viktar Skrundzik, annullando la condanna a morte emessa tre mesi prima dal tribunale della città di Slukts e disponendo un riesame del caso e un nuovo processo.

Skrundzik era stato giudicato colpevole dell’omicidio di due anziani, morti nell’incendio della loro abitazione appiccato insieme a due complici, condannati rispettivamente a 22 e 18 anni di carcere.

Nell’appello alla Corte Suprema, Skrundzik aveva dichiarato di non aver commesso il duplice omicidio  e di aver confessato sotto pressioni da parte degli addetti agli interrogatori e per paura di ritorsioni da parte di uno dei due coimputati, esponente di primo piano della criminalità locale.

La Bielorussia è l’unico Stato europeo ad applicare la pena di morte. Le informazioni sono scarne: secondo il Ministero della Giustizia, dal 1994 al 2014 sono state messe a morte 245 persone, mentre secondo le associazioni locali per i diritti umani le esecuzioni dal 1991, anno dell’indipendenza, sarebbero state circa 400.

Il presidente Alyaksandr Lukashenka ha graziato un solo condannato a morte.

 

Categorie: Diritti Umani, Europa
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.