Coronavirus, l’attivismo non si è fermato – 9. Valerio Colombaroli dei Comitati No Tav della Valsusa

14.04.2020 - Redazione Milano

Coronavirus, l’attivismo non si è fermato – 9. Valerio Colombaroli dei Comitati No Tav della Valsusa

Dopo le testimonianze di Anita SonegoPietro ForconiDavide ScottiMattia Rigodanza, Serena Vitucci, Veronica Alfonsi, Rolando D’Alessandro e Antonella Freggiaro è la volta di Valerio Colombaroli, attivista No TaV di Bussoleno, in Val Susa.

L’emergenza coronavirus ha creato una situazione nuova x tutti, sconvolgendo abitudini e certezze, ma per gli attivisti ha significato anche la cancellazione di iniziative organizzate da tempo, o ancora da realizzare. Come hai vissuto e vivi questo momento?

Definirei  il momento attuale “triste” per molteplici motivi.

Come movimento “NO TAV” della Valsusa avevamo consolidato periodici e numerosissimi incontri per confrontarci e approfondire le molteplici azioni  di contrasto a un opera inutile, o meglio il non utile tunnel ferroviario. Incontri necessari per continui e costanti confronti fra tecnici e valligiani.

Quello che più “preoccupa” è il non potersi incontrare nei diversi Presidi presenti in valle, che ormai da molti anni hanno sempre offerto ed offrono l ‘opportunità di incontri e riflessioni. Tutto questo, che ritengo un arricchimento sociale, è venuto a mancare. Come se una “corda di comunicazione” si fosse sfilacciata.

Restano importanti i collegamenti telefonici, ma è venuta a mancare l’essenza sociale e umana che gratifica i rapporti. Contatti sociali che sono cresciuti e arricchiti  in più di trent’anni di lotta.

Quali risposte nuove e creative ha trovato il tuo gruppo per continuare la sua attività nonostante le limitazioni imposte da questa emergenza?

Recentemente, al fine di mantenere i collegamenti si è realizzata una piattaforma online, aperta a tutti, che permette di continuare a discutere i temi che stanno più a cuore nel Movimento.

Certo riprenderemo e recupereremo la vicinanza che si è  instaurata fra noi,  perché in Valsusa è forte il legame sociale,  il radicamento e la fedeltà al territorio. Non siamo rassegnati, perché questa è solo una pausa intermedia del nostro lungo cammino.

Vorrei lanciare un messaggio di speranza che è la nostra essenza di lotta: RESISTERE PER ESISTERE e proseguire.

 

 

Categorie: Ecologia ed Ambiente, Europa, Interviste
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

 

Solidarietà ai tempi del Coronavirus

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.