Kurdistan siriano: il confederalismo democratico al tempo dell’invasione

24.02.2020 - Redazione Italia

Kurdistan siriano: il confederalismo democratico al tempo dell’invasione

In un recente rapporto di osservatori internazionali, il movimento curdo-siriano viene descritto come l’unico che “riesce ancora ad affermarsi come entità politica coerente e l’unico attore credibile a mantenere sul campo la pressione sull’ISIS”.

La sempre crescente partecipazione dei civili alla costruzione della società confederale è non solo il segno del coinvolgimento della popolazione nella resistenza, armata e non, all’occupazione ma anche l’effetto delle misure prese dall’Amministrazione autonoma: maggiore spazio per il dissenso formale e informale, attraverso la moltiplicazione dei sindacati e i processi di riconciliazione tra le comunità.

Attualmente il sistema confederale è così composto: 150.000 dipendenti pubblici, di cui 40.000 insegnanti, 70.000 combattenti SDF, 30.000 membri asayish (sicurezza interna). Inoltre il 20% della popolazione dipende dal salario dell’Amministrazione, la quale ha emanato misure sociali come il maximum per far fronte alla crisi economica.

In questi giorni si è aperto anche l’8° congresso del Partito dell’unione democratica (PYD), braccio politico delle YPJ/YPG e principale partito della rivoluzione, aperto anche alle altre forze politiche e al Tev-Dem (movimento della società democratica). I punti del programma politico nazionale restano: la riforma federale e democratica della Siria; l’unità per la fine dell’invasione turco-jihadista; lo stop alla guerra di Idlib e l’emergenza umanitaria nella regione.

Fonte: Rojava Resiste

Categorie: Medio Oriente, Politica, Popoli originari, Questioni internazionali
Tags: , , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.