In un incontro elettorale in Iowa nel municipio di Anamosa Bernie Sanders, attualmente candidato alle primarie democratiche, ha duramente condannato l’attentato che ha ucciso Qassim Suleimani ed un’altra decina di persone ieri a Baghdad.

Sanders ha ricordato la sua opposizione alla guerra in Irak e ha ricordato i morti statunitensi e gli scarsi risultati di quella guerra per lo stesso popolo irakeno. Poi ha dichiarato “Nessuna guerra con l’ Iran: il popolo americano non vuole una guerra senza fine! Non possiamo permettere che Trump ci porti in guerra con l’Iran. Dobbiamo evitare quello che sarebbe un disastro assoluto”.

Infine ha ricordato che l’opzione militare deve essere sempre considerata l’ultima opzione possibile nella risoluzione dei conflitti internazionali.

Sebbene tutti i principali esponenti democratici abbiano condannato l’attacco di Trump contro il generale iraniano, i suoi collaboratori e la sua scorta, la condanna di Sanders è parsa particolarmente dura e decisa.