Roma FF14, “Gli anni amari”, la vita di Mario Mieli e la sua lotta per i diritti del popolo LGBT

18.10.2019 - Bruna Alasia

Roma FF14, “Gli anni amari”, la vita di Mario Mieli e la sua lotta per i diritti del popolo LGBT
(Foto di Wikipedia)

In preapertura alla Festa del Cinema di Roma è stato presentato il film di Andrea Adriatico Gli anni amari, sulla vita di Mario Mieli, attivista gay vissuto negli anni ’70. Il direttore artistico Antonio Monda, introducendo l’opera ha lodato il regista per l’equilibrio con il quale ha diretto un film che avrebbe altrimenti potuto essere “pericoloso”.

Grazia Verasani, autrice della sceneggiatura con Stefano Casi e Adriatico, e attrice nel film con il ruolo di Fernanda Pivano, ha spiegato la sua funzione di testimone e avanguardia: “Mieli è stato il promotore di un movimento per la liberazione omosessuale che nacque da una volontà di cambiamento sociale, inclusi l’utopia, il sogno, e un modo ideale, visionario e creativo di mettere il personale e il politico sullo stesso piano. Il film racconta questo clima irripetibile attraverso di lui”.

La biografia cinematografica inizia dal liceo, periodo in cui Mario mostra uno straordinario coraggio per i tempi e chiede di farsi chiamare Maria. Racconta il rapporto conflittuale con la sua ricca famiglia d’industriali. Poi un suo viaggio a Londra, che gli darà la scintilla per il suo attivismo.  Da quel momento teatralità e travestitismo diventeranno per lui inscindibili dalla lotta per i diritti civili del popolo LGBT.

Con le iniziative pubbliche di Mario scorre sullo schermo un pezzo di storia degli anni ’70: la prima manifestazione mai fatta in Italia di omosessuali a Sanremo nel 1972; le controversie con l’editore Einaudi per il suo libro autobiografico Elementi di critica omosessuale, pubblicato post mortem dieci anni dopo; i comizi di Mario Mieli al raduno del Parco Lambro o a Bologna nel 1977; la trasmissione Rai in cui, con tacchi a spillo e trucco, intervista gli operai dell’Alfa Romeo sull’omosessualità.

E non manca nel film il dolore della sua vita privata: l’esoterismo, la droga, il ricovero negli ospedali psichiatrici, l’amore con il giovanissimo cantautore Ivan Cattaneo, l’architetto Corrado Levi e il pittore Piero Fasson. E infine il suo suicidio quando aveva trent’anni.

GLI ANNI AMARI
di Andrea Adriatico, Italia, 2019, 112’
Cast: Nicola Di Benedetto, Sandra Ceccarelli, Antonio Catania, Tobia De Angelis, Lorenzo Balducci, Giovanni Cordì, Davide Merlini, Francesco Martino

Il film è coprodotto da Cinemare, Rai Cinema e Pavarotti International

Categorie: Cultura e Media, Europa
Tags: , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 16.11.19

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.