Brasile: la marcia delle donne indigene che guidano la resistenza

14.08.2019 - Associazione per i Popoli Minacciati

Quest'articolo è disponibile anche in: Tedesco

Brasile: la marcia delle donne indigene che guidano la resistenza
Marcia delle donne indigene in Brasile come resistenza alla politica repressiva di Bolsonaro (Foto di Eliane Fernandes / GfbV)

Dal 9 agosto, il “Forum nazionale delle donne indigene” si svolge nella capitale del Brasile. Sotto il titolo “Territorio: il nostro corpo, il  nostro spirito”, 2000 donne indigene discutono dei metodi per affermare i loro diritti. Fanno rete per resistere al governo del presidente di ultradestra Jair Bolsonaro. Bolsonaro ha ripetutamente affermato di voler duramente limitare i diritti degli indigeni e di voler colpire la
terra indigena a favore delle grandi società agrarie. A conclusione dell’incontro di oggi, 14 agosto, è prevista una marcia delle donne indigene a Brasilia.

Le popolazioni indigene brasiliane stanno resistendo alle politiche repressive di Bolsonaro che minacciano i loro diritti fondamentali e il loro stile di vita. In questo movimento le donne svolgono un ruolo fondamentale. La nostra responsabilità sta nel rendere visibile il loro ruolo centrale per la difesa dei propri diritti e riconoscere il loro impegno: questo servirà anche da modello per altri movimenti sociali.

Il “Forum nazionale delle donne indigene” è stato pianificato e approvato ad aprile nel campo di protesta indigeno “Acampamento Terra Livre” (ATL). Nell’ATL erano in primo piano i diritti dei territori indigeni, particolarmente minacciati da Bolsonaro, come ricorda Regina Sonk, referente dell’Associazione per i popoli minacciati, che ha partecipato al campo di protesta di aprile. Di recente il FUNAI,
l’autorità indigena per la distribuzione della terra è stata di fatto esautorata. Da allora, la deforestazione della foresta pluviale ha raggiunto proporzioni senza precedenti. Gli attacchi ai leader indigeni sono in aumento, le possibilità per le ONG si stanno riducendo. Pertanto è particolarmente importante che il forum delle donne sia in linea con le richieste dell’ATL e attiri l’attenzione sull’attuale situazione  drammatica con marce e altre azioni a livello internazionale.

Lunedì centinaia di donne indigene hanno occupato l’edificio del Segretariato speciale per la salute indigena (SESAI) a Brasilia. Chiedono un maggiore finanziamento di questo ufficio. Il governo di Bolsonaro aveva sospeso i pagamenti per diversi mesi. Di conseguenza, l’assistenza sanitaria a migliaia di indigeni in aree remote è stata fortemente limitata. Donne, bambini e anziani sono particolarmente
dipendenti dal SESAI per le loro cure mediche. Lunedì, durante una manifestazione davanti alle autorità, la leader indigena Sônia Guajajara ha detto: “Resistiamo per poter esistere. Qui a Brasilia ci sono donne che rappresentano un totale di 115 nazioni indigene che, tutte insieme, non accetteranno mai le pratiche di questo governo. Per i nostri antenati e per le generazioni future, continueremo a difendere i nostri diritti.

Nell’ambito del forum le donne indigene non solo si collegano tra loro. Sono infatti previste azioni congiunte con il movimento dei lavoratori (non indigeni) “Margaridas”, compresa una marcia finale congiunta.

Vedi anche in gfbv.it: www.gfbv.it/2c-stampa/2019/190527it.html |
www.gfbv.it/2c-stampa/2019/190424it.html |
www.gfbv.it/2c-stampa/2019/190215it.html |
www.gfbv.it/2c-stampa/2019/190110it.html |
www.gfbv.it/2c-stampa/2018/181011it.html
www.gfbv.it/2c-stampa/2018/180808it.html |
www.gfbv.it/2c-stampa/2018/180119it.html |
www.gfbv.it/3dossier/ind-voelker/brasil-tras.html |
www.gfbv.it/3dossier/ind-voelker/water2017-it.html |
www.gfbv.it/3dossier/ind-voelker/sud2010-it.html
in www: https://en.wikipedia.org/wiki/Indigenous_peoples

Categorie: Comunicati Stampa, Popoli originari, Sud America
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.