In un tweet del Ministero degli Esteri della Repubblica Dominicana è stato comunicato che il Ministro degli Esteri Miguel Vargas ha firmato il Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari nella sede delle Nazioni Unite di New York giovedì 7 giugno.

Va sottolineato che l’influenza della Repubblica Dominicana nella regione e nel mondo è aumentata sensibilmente dopo che il paese è stato eletto membro non permanente del Consiglio di Sicurezza dell’ONU per il periodo 2019-2020, essendo stato scelto all’unanimità dalla regione dell’America Latina e dei Caraibi, per rappresentare la zona nelle elezioni svoltesi venerdì 8 giugno. Sono stati eletti anche il Sudafrica, l’Indonesia, il Belgio e la Germania.

L’annuncio porta a quattro il numero dei paesi della regione caraibica che hanno firmato il trattato dopo Cuba, Giamaica e San Vincenzo e le Grenadine. Il trattato entra in vigore dopo la ratifica da parte di 50 paesi.

Tim Wright, portavoce di ICAN, ha detto: “La Repubblica Dominicana è stata una convinta sostenitrice dei negoziati dell’anno scorso. Nelle sue osservazioni iniziali ha affermato che l’eliminazione delle armi nucleari è una necessità fondamentale per la difesa dell’umanità”.

All’inizio della settimana, il Parlamento svizzero ha adottato oggi una mozione che invita il governo a firmare quanto prima il trattato dell’ONU sul divieto delle armi nucleari e a sottoporlo alla ratifica del Parlamento con una votazione a maggioranza.

 

Traduzione dall’inglese di Annalaura Erroi