27 gennaio 1945 – 27 gennaio 2018. Mai più nazismo, fascismo, lager

19.01.2018 - Milano - Redazione Italia

27  gennaio 1945 – 27 gennaio 2018. Mai più nazismo, fascismo, lager
Memoriale della Shoah (Foto di Flickr)

Sabato 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria il Comitato Zona 8 Solidale partecipa a tutte le iniziative in programma.

14.30 “Eravamo persone come voi . Per non dimenticare”. Iniziativa promossa da Anpi zona 8 presso Officine dell’abitare in via Appennini 68.

16.30 LOGGIA DEI MERCANTI/p.zza  SCALA

Mai più nazismo, fascismo, lager: mobilitazione indetta da Milano antifascista, antirazzista, meticcia e solidale.

Il 27 gennaio di 73 anni fa venne liberato  Auschwitz, il lager simbolo del peggiore dei crimini nazisti: la macchina di morte chiamata “soluzione finale”, Shoah, Porrajmos, Olocausto. Milioni di persone furono deportate e sistematicamente sterminate, o perché ritenute di “razza inferiore” – gli ebrei anzitutto, ma anche i rom e le popolazioni slave – o perché omosessuali, disabili, oppositori politici, partecipanti alla Resistenza nei vari paesi, donne libere: tutti e tutte coloro che erano scomodi ai disegni razzisti del regime nazifascista.

Per questo il 27 gennaio è stata proclamata Giornata della Memoria. Per ricordare ciò che è stato e chiedersi come sia potuto succedere che degli uomini potessero coltivare un odio così feroce verso altri uomini da costruire un vero e proprio sistema organizzato nei minimi dettagli, che portasse allo sterminio.

Oggi vediamo che i germi che portarono alla nascita del nazifascismo non sono stati debellati: in questo periodo di crisi che costringe grossa parte della popolazione a condizioni di vita peggiori di giorno in giorno, i soliti seminatori di odio  sfruttano la rabbia e la frustrazione, gettando tutte le responsabilità sull’ultimo, il più povero e il più in difficoltà, semplicemente perché  “diverso da noi”. Nulla si dice di chi è il vero responsabile della crisi attuale: le grandi multinazionali, la finanza, i produttori di armi che alimentano guerre, rapinano i territori e rendono schiave milioni di persone.

E’ lo stesso meccanismo ridicolo e irresponsabile, tentato nel piccolo della nostra zona un anno fa rispetto all’allarme “Caserma Montello”, smontato con il semplice impegno del nostro Comitato.  L’interesse dei cittadini e il buon vivere della zona non coincidono con gli slogan razzisti, ma con il farsi carico dei problemi nel segno della solidarietà e dell’aiuto ai più bisognosi, italiani e immigrati, senza alcuna  classifica di colore, religione, lingua o luogo di provenienza.

Non cadiamo nel tranello dell’immigrato come nemico, perché domani toccherà al povero e poi all’emarginato e poi via via a qualche altra pseudo categoria magari sempre più vicina a noi.

Comitato Zona 8 solidale

Categorie: Diversità, Politica
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.