Giovedì 14 dicembre alle 18,30

Macondo biblio cafè, via G. Moroni 16, Bergamo

Incontro-dibattito organizzato da Circolo dei lettori di Bergamo e Pressenza Italia

Dopo Torino, Milano, Roma e Napoli, un nuovo appuntamento a Bergamo per “fare rete” e trovare forme di appoggio reciproco tra chi si occupa d’informazione e chi si muove in prima linea nella realtà sociale.
L’esperienza di un giornalismo nonviolento e indipendente e quella concreta dell’attivismo sociale rappresentano un’opportunità per la costruzione di una nuova sensibilità.

L’incontro sarà l’occasione per presentare il libro “Diritti all’informAZIONE” e per raccogliere firme per la Maratona delle Azioni Urgenti, lanciata da Amnesty International a livello mondiale a sostegno delle vittime di gravi violazioni dei diritti umani.

Il 14 di ogni mese è anche il giorno in cui si concentra l’attività della “scorta mediatica” formatasi per continuare a chiedere “Verità per Giulio Regeni”. Durante l’incontro ci sarà uno spazio per ricordare l’importanza di mantenere alta l’attenzione su questa tragica vicenda.

L’incontro sarà introdotto e moderato da Monica Albanese, del Macondo biblio cafè.

Anna Polo, della redazione di Pressenza Italia, parlerà di un tipo di giornalismo che cerca ogni giorno di unire la denuncia alla speranza.

Rocco Artifoni racconterà la sua esperienza di editorialista di Pressenza.

Wajahat Abbas Kazmi, attivista dell’Associazione Il Grande Colibrì, descriverà il viaggio intenso e coraggioso appena fatto in Pakistan per girare il documentario “Allah loves Equality”.

Annamaria Rolla di Amnesty International – Italia parlerà delle attività in corso.

Francesco Mazzucotelli, docente di Storia della Turchia e del Vicino Oriente dell’Università di Pavia, interverrà sull’importanza di un giornalismo indipendente, in particolare a livello internazionale.