Plan Colombia e Plan Paz Colombia

25.05.2017 - Francesco Cecchini

Plan Colombia e Plan Paz Colombia

Il 18 maggio, anche in occasione dell’anniversario del Plan Colombia, il presidente colombiano Santos ha incontrato Trump, che precedentemente si era riunito con gli ex presidenti Andrés Pastrana e Álvaro Uribe.  Sotto i due ex presidenti il Plan Colombia ebbe la massima applicazione e il massimo dei disastri. Durante la presidenza di Pastrana (1998-2002), iniziò il Plan Colombia, e circa 1.700.000 persone furono sfollate dalle proprie case con la violenza. Sotto la presidenza di Uribe (2002-2010) la crisi umantaria si acutizzò drammaticamente, il numero stimato delle persone sfollate con la violenza fu di  3.312.483. Inoltre ci fu la pratica criminale dei falsos positivos: uccisioni di civili da parte di militari, fatti poi passare per guerriglieri uccisi in combattimento, in cambio di premi e incentivi economici. In questo crimine fu coinvolto anche Santos, allora ministro della Difesa.  Attualmente il procuratore generale sta ancora indagando su più di tremila casi di giovani uccisi.

Il Plan Colombia eseguì anche la fumigazione con glifosato di oltre 1,6 milioni di ettari per cercare di sradicare piantagioni di coca. Ciò causò effetti negativi sulla salute delle persone, la distruzione dell’ambiente e condizionò la sopravvivenza materiale di migliaia di contadini, ma non incise nella  coltivazione e il traffico di cocaina.

Il Plan Colombia fu, in sostanza, un sostegno militare degli Stati Uniti al  governo della Colombia con l’obiettivo  obiettivo di sconfiggere droga e gruppi guerriglieri.  Furono investiti circa 10.000 milioni di euro, ma la Colombia è rimasta il più grande produttore di cocaina del mondo e FARC-EP ed ELN esistono ancora, anche grazie agli sfollamenti forzati, ai falsos postivos e ad altri crimini, che hanno giustificato le loro azioni armate per un cambio politico.

Plan Paz Colombia

Significativo il fatto che Donald Trump prima di Manuel Santos abbia ricevuto i due ex presidenti Andrés Pastrana e Álvaro Uribe. Entrambi sono contro l’Accordo Definitivo tra FARC-EP e quindi contro la pace. L’iniziativa di aver dato precedenza a Pastrana e Uribe è stata del governatore della Florida, il repubblicano Rick Scott. Ciò dimostra da un lato la capacità di lobby dell’estrema destra colombiana e dall’altra la volontà del settore più reazionario del Partito repubblicano di intervenire nella situazione interna della Colombia.

Il Plan Paz Colombia è la continuazione del Plan Colombia. Iniziò l’anno scorso sotto la presidenza di Obama, ma  alcuni  obiettivi di cui Manuel Santos e John Kerry parlarono nel dicembre 2016, sembrano essere  stati, almeno per ora, messi da parte: sviluppo rurale ed eliminazione delle mine antiuomo, per esempio. Non se ne parla e Trump non è certamente Obama.

Attualmente la continuazione riguarda, innanzitutto, l’assistenza militare. Ignorando le critiche e le richieste storiche delle organizzazioni per i diritti umani per tagliare o limitare la componente militare, nel 2017 sono stati stanziati 204 milioni di dollari. Da tener inoltre presente che la vendita di armi alla Colombia nel 2014 è stata di 125 milioni di dollari. Con i finanziamenti del Plan Paz Colombia, tra una cosa e l’altra, si raggiungono il totale di circa 14 milioni di dollari.  Plan Colombia più Plan Paz Colombia uguale una barca di dollari.

A ciò si aggiunge l’addestramento di  4.569 membri delle forze di sicurezza colombiane, che possono essere impiegate altrove, anche in Afghanistan. Questo nella prospettiva di una possibile entrata della Colombia nella Nato, cosa che Santos sta negoziando e troverà in Trump un interlocutore.

Non è chiaro cosa è stato deciso  per finanziare il processo di pace, vero e proprio. Per questo scopo il  Congresso degli Stati Uniti ha approvato  nel 2016  per il  bilancio 2017  391 milioni di  dollari  (precedentemente si era parlato di  450 milioni di dollari). Saranno mantenuti? Vi sarà un taglio (Trump pensa di ridurre le spese di assistenza all’estero del 31%) ? A cosa serviranno? Non vi sono risposte precise.

Conclusioni

Il Plan Paz Colombia può essere un serio ostacolo alla pace. Il Plan Colombia è stata una manovra degli USA per combattere l’opposizione armata e difendere l’oligarchia colombiana. Il Plan Paz Colombia si adatta a una situazione differente, vi è in corso un processo di pace, ma può essere lo strumento di difesa dello status quo politico e sociale, in contraddizione quindi con una vera e stabile pace. Ora, quando si parla di nuovo Plan Paz Colombia le forze politiche democratiche, i movimenti sociali, le organizzazioni per la difesa dei diritti  colombiani stanno pensando, anche in relazioni alle prossime elezioni del 2018, di chiedere agli Stati Uniti che riconoscano ufficialmente la propria responsabilità per la grande tragedia che il Plan Colombia ha causato, con lo scopo di ricostruzione della memoria e e della verità storica. Questo impegno può essere una valida piattaforma politica perché non vi siano altri Plan o Planes, diretti dall’esterno, che limitino l’indipendenza e la sovranità della Colombia.

 

 

Categorie: Pace e Disarmo, Sud America
Tags: , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.