Marcia dei nuovi desaparecidos contro le stragi nel Mediterraneo

31.05.2017 - Milano - Redazione Italia

Marcia dei nuovi desaparecidos contro le stragi nel Mediterraneo
(Foto di https://www.facebook.com/milanosenzafrontiere/)

Giovedì 1° giugno dalle 18.30 alle 19.30.

Piazza della Scala, Milano

Ogni primo giovedì del mese la rete Milano senza frontiere organizza un presidio davanti a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, per denunciare i morti nel Mediterraneo. Questa volta, oltre alle foto dei dispersi, ci saranno anche le coperte termiche simbolo della piattaforma “Nessuna persona è illegale”, che hanno animato la manifestazione del 20 maggio scorso.

“L’Italia, con la Germania, chiede all’Unione Europea una missione per fermare i migranti al confine meridionale della Libia. Continuano le trattative con Niger, Ciad e Libia per costruire centri di detenzione per migranti finanziati dall’UE. La campagna contro le ONG che salvano vite in mare si spegne e la nave di MSF con 1.400 superstiti viene lasciata sola e sovraffollata per giorni perché la sicurezza dei partecipanti al G7 viene prima della sicurezza di ogni altra persona. E in Italia gli attivisti che vogliono protestare contro le politiche migratorie dei grandi della terra vengono fermati e ricevono fogli di via grazie alla nuova legge Minniti.

Intanto nel Mar Mediterraneo delle nostre spensierate vacanze i morti dal 1° gennaio al 24 maggio sono arrivati a 1.442 (Fonte OIM). 

https://www.facebook.com/milanosenzafrontiere/

Categorie: Comunicati Stampa, Diritti Umani, Europa
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 13.11.19

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.