Attacco alla Siria: si è scelto di ripetere una storia fallimentare

07.04.2017 - Emergency

Attacco alla Siria: si è scelto di ripetere una storia fallimentare
(Foto di Scott Bobb, Wikimedia Commons)

La strage di Idlib è stato l’ultimo gravissimo episodio della guerra in Siria. Davanti a quello scempio, c’erano due scelte: fermarsi e capire che stiamo accelerando sulla strada dell’autodistruzione o reagire con violenza alla violenza. Si è scelta la seconda.

L’appello di Trump ai paesi occidentali a unirsi alla missione militare ripete una storia già vista altre volte e che ha sempre la stessa conclusione. Non sono servite le esperienze fallimentari dell’Afghanistan, della Libia e dell’Iraq, paesi devastati da conflitti di cui non si riesce nemmeno a immaginare la fine.

Dall’altra parte del mondo, in Corea del Nord, si rischia di accendere un conflitto che – se avverrà – sarà un conflitto nucleare.

Quanti altri morti dovranno esserci prima di capire che la guerra è sempre l’opzione più disumana e inutile? Oggi possiamo ancora decidere di rinunciare alla guerra: non abbiamo altre alternative se non la distruzione e la violenza a cui stiamo assistendo.

La guerra si può solo abolire.

 

Categorie: Comunicati Stampa, Internazionale, Pace e Disarmo
Tags: , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.