Messico, tre donne native riconosciute innocenti

15.02.2017 - Riccardo Noury

Quest'articolo è disponibile anche in: Tedesco

Messico, tre donne native riconosciute innocenti
(Foto di Amnesty International)

Dal Messico arriva una bella e importante notizia. Martedì 21 febbraio la Procura generale della Repubblica emetterà una sentenza di riconoscimento ufficiale dell’innocenza e di scuse in favore di tre donne native, Jacinta Francisco Marcial (nella foto), Alberta Alcántara Juan e Teresa González Cornelio.

Le tre donne erano state arrestate nel marzo 2006 con la falsa accusa di aver sequestrato sei agenti della polizia federale e avevano trascorso tre anni in carcere prima di essere scagionate.

La sentenza sarà pubblica e, particolare di grande importanza, sarà pronunciata all’interno del Museo Nazionale di Antropologia e Storia, “per rivendicare l’identità delle donne native”, come ha sottolineato la Procura. Jacinta, Alberta e Teresa saranno presenti, insieme a Mario Patrón Sánchez, direttore del Centro per i diritti umani “Miguel Agustin pro Juárez”, che ha difeso le tre donne fino al riconoscimento della loro innocenza.

Categorie: America Centrale, Diritti Umani
Tags: ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


video 10 anni Pressenza

Eventi 10 anni di Pressenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.