Nel parlamento senegalese si parlano anche le lingue nazionali

04.12.2014 - Redazione Italia

Nel parlamento senegalese si parlano anche le lingue nazionali
(Foto di Myriam Louviot )

Da questa settimana nel parlamento del Senegal non si parla più solo francese ma anche wolof, diola, malinké, pular, sérère o soninké. Grazie a un nuovo servizio di traduzioni simultanee, le lingue nazionali possono essere utilizzate anche negli interventi ufficiali.

Con questa riforma viene riconosciuta la parità tra la lingua dei colonizzatori e le lingue locali dei colonizzati, fatto senza precedenti nell’africa ex-francofona.

Una curiosità: il necessario servizio di traduzioni simultanee è stato messo in piedi grazie al contributo dell’Unione Europea, ma la Francia non ha partecipato.

Categorie: Africa, Politica
Tags: , , , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Search

Il canale Instagram di Pressenza

Catalogo dei Documentari

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.