bombardamenti

16.07.2019

Sgombero di Primavalle. Riflessioni romane

Sgombero di Primavalle. Riflessioni romane

POI UNA SI CHIEDE, MA COSI’… … giusto perché s’è svegliata che non è ancora l’alba e non riesce a dormire, perché s’è sognata bambini che piangevano. Non in Siria, ma neanche nello Yemen, quelli poi, poverelli, manco hanno più la forza di piangere. Laggiù, quelli che non finiscono sotto… »

08.05.2019

Israle e la questione palestinese: ma non provano mai vergogna?

Israle e la questione palestinese: ma non provano mai vergogna?

A proposito di quanto avvenuto in questi giorni tra Israele e la Striscia di Gaza, riflettendo sulle dichiarazioni all’unisono dei media mainstream e di molte figure istituzionali circa gli ultimi bombardamenti israeliani che hanno ferito 154 persone, distrutto 25 vite umane oltre a case, scuole, uffici e biblioteche nella Striscia… »

26.03.2019

Gaza, tra bombe e fragili tregue

Gaza, tra bombe e fragili tregue

Come preannunciato da Israele l’inferno a Gaza è iniziato nel pomeriggio di ieri in risposta al potente missile lanciato all’alba non si sa da chi e caduto nei pressi di Tel Aviv superando serenamente l’iron dome, il sofisticato sistema antimissilistico israeliano, stranamente spento. Due misteri strettamente collegati l’uno all’altro. Nessuno… »

25.03.2019

L’inferno a Gaza questione di ore?

L’inferno a Gaza questione di ore?

Gaza stanotte si è addormentata sotto una tempesta naturale che faceva concorrenza ai bombardamenti israeliani, ma si è svegliata con la notizia che un nuovo missile ha colpito a nord di Tel Aviv centrando un’abitazione e ferendo 7 persone tra cui, per fortuna leggermente, 3 bambini. Quindi si è svegliata… »

15.03.2019

Elezioni in Israele, bombe su Gaza

Elezioni in Israele, bombe su Gaza

Tutto è cominciato nella tarda serata di ieri, 14 marzo, quando due razzi del tipo Fajar sono stati lanciati su Tel Aviv. Uno dei due è stato intercettato e neutralizzato dall’iron dome e l’altro è caduto in zona disabitata senza creare danni né a persone né a cose. I razzi… »

22.09.2018

UNICEF: almeno 6.500 bambini uccisi  in Yemen; preoccupazione per le nuove violenze a Hodeidah

UNICEF: almeno 6.500 bambini uccisi  in Yemen; preoccupazione per le nuove violenze a Hodeidah

Dichiarazione del Direttore generale dell’UNICEF Henrietta Fore 22 settembre 2018 – “Le nuove violenze a Hodeidah rappresentano  l’ennesimo colpo agli sforzi di pace nello Yemen, un paese che scivola sempre più nel caos e nella miseria.  L’escalation di ostilità sta mettendo migliaia di bambini che vivono nella zona… »

09.08.2018

Copione rispettato: missili su Israele, bombardamento su Gaza

Copione rispettato: missili su Israele, bombardamento su Gaza

Possiamo ben dire “noi lo sapevano”. Sapevamo che il copione anche stavolta sarebbe stato rispettato. Possiamo dirlo per averlo scritto, su questa stessa testata, proprio ieri per l’ultima volta. Il copione consisteva nell’ottenere la risposta armata contro Israele da parte della resistenza gazawa provocata dalle uccisioni gratuite e dai bombardamenti… »

08.05.2018

Yemen: Attacchi aerei hanno provocato un massiccio afflusso di feriti in due ospedali supportati da MSF

Yemen: Attacchi aerei hanno provocato un massiccio afflusso di feriti in due ospedali supportati da MSF

Una serie di attacchi aerei lanciati ieri dalla coalizione guidata dall’Arabia Saudita e dagli Emirati sul centro di Sana’a, in Yemen, ha provocato un afflusso massiccio di almeno 72 feriti e 6 morti in due ospedali supportati da Medici Senza Frontiere (MSF). Gli attacchi avevano come obiettivo gli uffici presidenziali,… »

03.05.2018

Iraq: MSF inaugura nuova unità chirurgica per i feriti di Mosul

Iraq: MSF inaugura nuova unità chirurgica per i feriti di Mosul

Una sala operatoria mobile, un reparto di degenza con 33 posti letto e un’area dedicata agli interventi di salute mentale. È la nuova struttura per cure post-operatorie che Medici Senza Frontiere (MSF) ha aperto nei giorni scorsi a Mosul Est per fornire assistenza medica a persone ferite da traumi violenti o accidentali… »

15.04.2018

Cui bono nell’attacco missilistico siriano?

Cui bono nell’attacco missilistico siriano?

“Cui bono?”, letteralmente “Chi ne beneficia?” è una frase latina relativa all’identificazione dei sospetti criminali, esprime una visione utilitaristica in cui l’autore di un crimine può essere identificato tra coloro che hanno qualcosa da guadagnarci, considerando soprattutto il guadagno finanziario. La parte che beneficia potrebbe non essere ovvia o potrebbe… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.