Riccardo Noury

Riccardo Noury

Portavoce di Amnesty International Italia, di cui fa parte dal 1980. Autore e coautore di numerose pubblicazioni sui diritti umani, l'ultima delle quali è "Srebrenica. La giustizia negata" (con Luca Leone, Infinito Edizioni 2015). Blogger per il Corriere della Sera, il Fatto quotidiano, Articolo 21 e collaboratore di Pressenza.

23.07.2019

Irlanda del Nord: il matrimonio egualitario è legge, rimosso il divieto d’aborto

Irlanda del Nord: il matrimonio egualitario è legge, rimosso il divieto d’aborto

Una delle legislazioni più dure al mondo in materia d’aborto, in vigore in Irlanda del Nord da 158 anni, è crollata il 22 luglio di fronte al voto del parlamento di Westminster, che ha anche approvato una legge che riconosce il matrimonio egualitario. L’iniziativa legislativa è stata assunta dal parlamento… »

09.07.2019

Indonesia, la Corte Suprema assolve una 15enne condannata per aver abortito dopo uno stupro

Indonesia, la Corte Suprema assolve una 15enne condannata per aver abortito dopo uno stupro

Il 9 luglio la Corte suprema indonesiana ha annullato definitivamente la vergognosa condanna inflitta in primo grado a una quindicenne della provincia di Jambi che, rimasta incinta dopo essere stata stuprata dal fratello, aveva deciso di interrompere la gravidanza. La ragazza era stata condannata il 19 luglio 2018 a sei… »

08.07.2019

Il Tribunale penale internazionale giudica colpevole l’ex ribelle congolese Bosco Ntaganda

Il Tribunale penale internazionale giudica colpevole l’ex ribelle congolese Bosco Ntaganda

L’8 luglio 2019 il Tribunale penale internazionale ha giudicato Bosco Ntaganda, ex comandante di un gruppo armato della Repubblica democratica del Congo, colpevole di crimini di guerra e crimini contro l’umanità. Una successiva sessione determinerà l’entità della pena. In totale, Ntaganda è stato riconosciuto colpevole di 13 capi d’accusa per… »

06.07.2019

Nigeria, rilasciati in un mese due condannati a morte: avevano 100 e 86 anni

Nigeria, rilasciati in un mese due condannati a morte: avevano 100 e 86 anni

Dopo Celestine Egbunuche, tornato in libertà il 7 giugno all’età di 100 anni, 19 dei quali trascorsi nel braccio della morte, in Nigeria il 4 luglio è stato scarcerato un altro anziano prigioniero: il suo nome è Azubuije Ehirio, ha 86 anni e gli ultimi 14 li ha trascorsi in attesa dell’esecuzione,… »

05.07.2019

Sri Lanka, il boia si ferma almeno fino al 29 ottobre

Sri Lanka, il boia si ferma almeno fino al 29 ottobre

Il 5 luglio la Corte Suprema dello Sri Lanka ha ordinato in via provvisoria la sospensione di tutte le esecuzioni in attesa dell’esame del ricorso di alcuni prigionieri contro la condanna a morte. La prima sessione della Corte si terrà il 29 ottobre. Di fronte all’insistente minaccia del presidente Sirisena… »

03.07.2019

No al decreto sicurezza bis: la conferenza stampa degli “Inauditi”

No al decreto sicurezza bis: la conferenza stampa degli “Inauditi”

Dovevano presentare le loro preoccupazioni, la mattina del 3 luglio, alle Commissioni Affari Costituzionali e Giustizia della Camera dei deputati. Un atto essenziale della democrazia, ascoltare le voci dissidenti. Quanto meno convocarle. La sera del 2 luglio, invece, annunciata prima in una nota alla stampa e poi ai presidenti delle… »

25.06.2019

Giulio Regeni, non è una “storia vecchia”

Giulio Regeni, non è una “storia vecchia”

“Lasciare spazio agli striscioni del campionato Under 21”, “Evitare speculazioni politiche”, “Era impolverato”, “Il vento l’aveva rovinato”, “No a campagne con striscioni e braccialetti”. Questo è un piccolo campionario delle motivazioni che, nell’ultimo anno (ossia, dalla formazione del governo nazionale) e soprattutto nell’ultimo mese (cioè, dopo le elezioni amministrative), hanno… »

21.06.2019

Rimosso a Trieste lo striscione per Giulio. Decisione sbagliata nel momento sbagliato

Rimosso a Trieste lo striscione per Giulio. Decisione sbagliata nel momento sbagliato

Quella del governatore della Regione Friuli Venezia Giulia di rimuovere in modo permanente lo striscione “Verità per Giulio Regeni” è una decisione sbagliata presa nel momento sbagliato e, per di più, nel luogo sbagliato. Proprio mentre alti esponenti egiziani rilanciano la falsa tesi dell’omicidio di criminalità comune che potrebbe riguardare… »

20.06.2019

Francia, assolto un volontario solidale coi migranti

Francia, assolto un volontario solidale coi migranti

Tom Ciotkovski, un cittadino britannico che aveva denunciato le violenze della polizia contro migranti, rifugiati e volontari che distribuivano loro il cibo, è stato assolto dalle accuse di oltraggio e violenza nei confronti di pubblici ufficiali, per le quali rischiava fino a cinque anni di carcere e una multa di… »

17.06.2019

“Poteva capitare a chiunque”: l’ennesima ingiuria egiziana sull’uccisione di Giulio Regeni

“Poteva capitare a chiunque”: l’ennesima ingiuria egiziana sull’uccisione di Giulio Regeni

Dal Cairo – o meglio da Ginevra, dove era in corso la sessione annuale della Conferenza internazionale del lavoro – è arrivata l’ennesima presa in giro. In quella sede il ministro del Lavoro egiziano Mohamed Saafan, secondo quanto riferito dal sito Al Bawaba, ha definito l’omicidio di Giulio Regeni come… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.