Reporterre, le quotidien de l’écologie

Reporterre propose des informations claires et pertinentes sur l’écologie dans ses dimensions politique et sociale, ainsi qu’un espace de tribunes pour réfléchir et débattre. Pour nous, l’écologie ne peut se réduire à des questions de nature et de pollution - même si nous suivons attentivement ces questions vitales. L’écologie engage le destin commun, engage l’avenir, sa situation découle largement des rapports sociaux. Reporterre entend aussi relayer toutes les initiatives qui montrent que les alternatives au système dominant sont possibles et réalistes. www.reporterre.net

Il provider svizzero Protonmail – ritenuto sicuro – ha dato alla polizia francese informazioni sugli attivisti per il clima

Il provider svizzero di posta elettronica criptata Protonmail ha fornito, sotto costrizione legale, delle informazioni sugli attivisti francesi di Youth for Climate, che sono poi stati perquisiti. Questa procedura dimostra “l’accanimento” della polizia contro gli attivisti del clima e i…

Intolleranza al glutine: e se la colpa fosse del cibo spazzatura?

Il glutine, componente della farina di frumento, di segale o d’orzo, viene accusato di essere la fonte di molti malanni. Reporterre ha condotto un’inchiesta per capire come mai siamo così tanti a crederci ipersensibili. E come in qualsiasi buon poliziesco, il…

Per guarire la terra dobbiamo curare la nostra mente

Con il suo saggio “Curare lo spirito, guarire la Terra”, Michel-Maxime Egger c’invita a comprendere nell’intimo che noi non siamo separati dal mondo che abitiamo. L’ecopsicologia rende possibile questo cambiamento radicale della nostra percezione. Con 250 pagine molto documentate, l’ultimo…

La fabbrica greca che resiste senza padroni producendo saponi ecologici

La storia di Vio.Me è un raggio di sole nell’inverno senza fine che la Grecia sta attraversando. Il padrone ha chiuso questa fabbrica di materiali da costruzione, ma i lavoratori hanno deciso di occuparla e di lanciare una produzione ecologica in…

Con il TAFTA/TTIP, il volere delle imprese sostituisce quello dei cittadini

Il deputato ecologista europeo Yannick Jadot suona il camanello d’allarme sul trattato transatlantico e ricorda quella che ne è l’essenza primaria: un grande arretramento democratico, “una regolamentazione imposta dalle multinazionali al posto di una regolamentazione democratica!” Yannick Jadot è un…

I migranti siriani sono rifugiati climatici

La Siria è crollata. Generalmente, si pensa che la causa sia solo politica o religiosa. Falso, osserva l’autore che, sottolineando che non bisogna dimenticare il clima, propone in questa rubrica un punto di vista nuovo sulla crisi attuale. ”L’afflusso dei rifugiati non è…

Australia: per la prima volta al mondo, energia dal moto ondoso

A pochi chilometri da Perth, a sud-ovest dell’Australia, una start-up ha messo in funzione, pochi mesi fa, la prima centrale a moto ondoso connessa a una rete elettrica. Buffi dischi volanti galleggiano sotto l’Oceano Indiano, al largo di Perth, nell’Australia…

Sentenza storica di tribunale olandese: lo stato tenuto ad agire contro i cambiamenti climatici

Si tratta di una vittoria storica per la popolazione olandese e per quella europea. Un tribunale dell’Aia, al quale si erano rivolti novecento cittadini, ha imposto, mercoledì 24 giugno, allo stato olandese di ridurre le emissioni di gas a effetto…

Echi della Teologia della liberazione nell’Enciclica sull’ecologia

L’enciclica pubblicata il 18 giugno segna un forte impegno della Chiesa sull’ecologia. Per scriverla, il Papa si è ispirato alla teologia della liberazione, una corrente nata negli anni sessanta in America Latina, che mette i poveri al cuore della religione.…

I padroni e il clima: Gli attivisti siamo noi!

Padroni di multinazionali e numerosi ministri si sono ritrovati a Parigi per il “Business & clima Summit”. Auto-celebrando le proprie azioni e presentandosi come gli attori principali nella lotta contro gli squilibri climatici, hanno con forza reclamato l’introduzione del prezzo…

1 2