Carmelo Musumeci

Carmelo Musumeci

Carmelo Musumeci, nato in Sicilia nel 1955. Condannato all’ergastolo, è ora in regime di semilibertà nel carcere di Perugia. Ha trascorso buona parte della sua vita in carcere e da questa esperienza scaturiscono i suoi scritti e i suoi romanzi. Ha sempre studiato in carcere da autodidatta fino a conseguire tre lauree: nel 2005 in Scienze Giuridiche, con una tesi in Sociologia del Diritto dal titolo “Vivere l’ergastolo”; nel Maggio 2011 in Giurisprudenza, con una tesi dal titolo “La ‘pena di morte viva’: ergastolo ostativo e profili di costituzionalità”; nel 2016 si è laureato in Filosofia, con votazione 110 e lode, discutendo la tesi “Biografie devianti”. Attraverso il sito www.carmelomusumeci.com promuove da anni una campagna contro il fine pena mai, per l’abolizione dell’ergastolo. Chi volesse scrivergli può farlo attraverso questo indirizzo email: zannablumusumeci@libero.it

21.07.2020

Paolo Finzi, l’anarchico amico degli ergastolani

Paolo Finzi, l’anarchico amico degli ergastolani

Chi più chi meno, siamo tutti preparati a morire, ma non lo siamo mai abbastanza quando muore un amico, perché l’amicizia, in particolar modo per un anarchico, è il sentimento più forte di qualsiasi altro legame. La scomparsa di Paolo Finzi, tra i fondatori, redattore e direttore responsabile, di “A-Rivista… »

08.07.2020

Carcere: lettera della donna di un detenuto

Carcere: lettera della donna di un detenuto

Cerco sempre di dare voce ai prigionieri, ma questa volta voglio darla ad un familiare, perché anche loro scontano il carcere, senza che abbiano commesso nessun reato: hanno solo la colpa di continuare ad amare. Leggetela. Egregio signor Musumeci, chi le scrive è una semplice ragazza di trent’anni, che vive… »

01.07.2020

Le vostre prigioni / vita da ergastolano

Le vostre prigioni / vita da ergastolano

In Italia si scrivono molti libri, ma pochi che parlano di carcere; eppure noi siamo anche quello che leggiamo, la letteratura è l’anima di un Paese. Sono fortemente convinto che in Italia la giustizia e le prigioni siano quelle che sono anche perché, a differenza di altri Paesi, nel nostro… »

03.06.2020

Una maledetta storia carceraria da raccontare

Una maledetta storia carceraria da raccontare

C’è un ergastolano in carcere da più di quarant’anni. L’ultima relazione di sintesi del carcere di Parma evidenzia: “Comportamento assolutamente corretto, assenza di sanzioni, manifesta cortesia, disponibilità e interesse, relazioni rispettose, frequenza del laboratorio del riuso e svolgimento di attività a turnazione nella distribuzione dei pasti. I rapporti sono assidui… »

10.05.2020

La moltiplicazione dei pani, dei pesci e dei boss mafiosi

La moltiplicazione dei pani, dei pesci e dei boss mafiosi

Mi appare strana tutta questa attenzione mediatica e politica sui boss mafiosi in disuso, da decenni in carcere, e la pochissima attenzione, invece, su quelli in libertà. Ho letto in un noto giornale nazionale che 376 boss mafiosi sarebbero stati scarcerati. Se questa notizia fosse vera penso che ora dentro… »

04.05.2020

Pasquale De Feo, da 37 anni in carcere, senza mai uscire

Pasquale De Feo, da 37 anni in carcere, senza mai uscire

Nelle nostre “Patrie Galere” c’è un uomo, si chiama Pasquale De Feo, nato in provincia di Salerno, il 27 gennaio 1961, recluso dal 20 agosto 1983, quando aveva appena 22 anni, che sta scontando la pena dell’ergastolo in un carcere della Sardegna, sepolto vivo fra sbarre e cemento. Ho deciso… »

23.04.2020

La caccia alle streghe aiuta un certo tipo di antimafia

La caccia alle streghe aiuta un certo tipo di antimafia

“Basta protagonismo e corsa ai soldi (…) un’antimafia che sappia guardare al suo interno e abbandonare il sensazionalismo, il protagonismo, la pretesa primazia di ogni attore, la corsa al finanziamento pubblico e privato”. (Fonte: Corriere della Sera, 28 novembre 2015, dichiarazione di Pietro Grasso, ex Presidente del Senato). Dopo la… »

06.03.2020

Coronavirus: pene alternative, amnistia, indulto, unici vaccini per i prigionieri

Coronavirus: pene alternative, amnistia, indulto, unici vaccini per i prigionieri

Un grazie alla giornalista Selvaggia Lucarelli per la sua iniziativa di chiedere ai parenti dei detenuti di spiegare “chi avete in carcere, in quale carcere, cosa vi spaventa, perché siete preoccupati e cosa chiedete”. “Le autorità iraniane hanno stabilito il trasferimento di 54 mila detenuti agli arresti domiciliari per evitare… »

28.02.2020

Carcere: il coronavirus non si trasmette per telefono

Carcere: il coronavirus non si trasmette per telefono

Leggo: “Coronavirus, sospesi i colloqui dei detenuti, l’accesso in carcere dei volontari, i permessi premio”. I prigionieri di libertà già ne hanno poca, ora quella che rimane se la divora il Coronavirus. Mi chiedo perché i nostri governanti non approfittino di questa emergenza per liberalizzare le telefonate dei detenuti ai… »

29.01.2020

Macelleria carceraria

Macelleria carceraria

“L’articolo 27 della Costituzione parla di pena, non di carcere. Noi abbiamo una tradizione centrata sul carcere, ma la Costituzione lascia un campo molto aperto e non è detto che il carcere sia sempre la pena più adeguata” (Presidente della Corte Costituzionale) Suicidi, assistenza sanitaria disastrata, morti per cause non… »

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.