Nel primo pomeriggio di oggi gli agenti della Digos hanno prelevato Emilio Scalzo presso la sua abitazione per riportarlo nel carcere delle Vallette.

Secondo fonti del movimento No Tav gli arresti domiciliari per Emilio sono stati annullati su richiesta della Procura di Torino a causa della solidarietà attiva che si è organizzata sotto casa sua.

 

Stamattina Emilio ha ricevuto la visita di solidarietà di Zero Calcare.

Su Emilio Scalzo pende un Mandato di Arresto Europeo (MAE) per fatti accaduti durante una manifestazione in solidarietà dei migranti del 15 maggio scorso: la vicenda viene descritta nel dettaglio nell’articolo Prima di vederlo partire: la Val Susa si stringe intorno a Emilio Scalzo