Dalla nave Sea Watch 4, che negli ultimi giorni ha salvato 482 persone, tra cui donne incinte e bambini, arrivano appelli pressanti per poter sbarcare in un porto sicuro.

Dai nostri primi soccorsi giovedì scorso abbiamo chiesto più volte a Malta e Italia l’assegnazione di un porto. Malta non ha reagito, l’Italia ha rifiutato due volte.

Il diritto internazionale afferma che le persone salvate dal mare devono essere portate al posto sicuro più vicino. Questo può essere solo in Europa. Chiediamo quindi alle autorità competenti di consentire finalmente lo sbarco dei 475 ospiti a bordo della nostra nave!” si legge oggi nella Pagina Facebook della Ong tedesca.

In precedenza un altro post aveva annunciato che “la donna e la sua bambina appena nata sono state appena evacuate dalla Guardia Costiera italiana per motivi medici, così come una donna incinta con il suo bambino di 2 anni e una famiglia di tre persone”.