Dal 5 al 7 Novembre 2021, Artissima, la più importante fiera internazionale di arte contemporanea d’Italia, con 155 gallerie da tutto il mondo, si è presentata ‘umanamente’ e ‘non istituzionalmente’ a noi di Pressenza.

Il video è il frutto rumoroso di chi, nel giornalismo, non ha poltrone ma passione. Di chi entra in fiera trafelato ma affamato. Di verità. Di chi, a casa, ha ancora i compiti da correggere del figlio minore e le verifiche degli allievi sul comodino. Che sono già state lette e rilette. Dopo Artissima saranno corrette. Forse con occhi diversi. Chissà? Ecco perché questo video per ‘Pressenza’ parla di ‘Presenze’; chiede di affinare l’udito perché nel giornalismo senza effetti speciali c’è inquinamento acustico. Ma se si riesce ad andare oltre, si possono ritrovare voci e sguardi, stanchi ma innamorati, di chi la fiera la vive senza essere un artista ma un gallerista. Oppure di chi artista lo è per davvero ma rinuncia all’unico momento di relax per condividere con te il suo stesso essere attraverso le sue opere e non tanto le opere stesse.

Il filo rosso di questo video sono le parole: quelle che pensiamo, che pronunciamo, di cui abusiamo e di cui…. sostanzialmente ci invaghiamo. Elegia dell’assenza diceva Neruda. Ma, alla fin fine, forse, nell’assenza riusciamo a trovare quella per noi è ‘essenza’. Buona visione.

 

Gabriella Mancini