Pace ed ecologia sono due valori e due obiettivi che vanno correlati, al fine di salvaguardare la vita sulla Terra. Per diffondere il progetto ecopacifista il MIR-Movimento Internazionale della Riconciliazione, branca italiana dell’International Fellowship of Reconciliation, ha realizzato il libro “La colomba e il ramoscello” appena pubblicato da Edizioni Gruppo Abele.

Richiamando voci profetiche – come quelle di Gandhi, Langer, Dolci, Galtung, Salio, Papa Francesco ed altri – e testi delle grandi religioni in favore della pace, del disarmo e della tutela della ‘casa comune’, il libro propone la prospettiva ecopacifista come indispensabile saldatura tra impegno nonviolento ed ecologista.

“La colomba e il ramoscello” costituisce un importante stimolo nei confronti dei movimenti ecologisti e pacifisti, alcuni dei quali vengono presentati nel libro, in vista non solo di una loro attiva e positiva collaborazione, ma anche di un’effettiva integrazione delle varie forme d’impegno contro ogni genere di violenza e per la riconciliazione tra l’uomo e il suo prezioso e delicato contesto biologico.

Non solo le distruzioni causate dalle guerre, ma anche i disastri ambientali di origine climatica, sono sempre più chiaramente di responsabilità umana, in particolare della parte minoritaria di umanità più consumista, energivora, iniqua e violenta, che provoca la sofferenza maggiore ai poveri, ma in futuro a tutti gli abitanti della Terra.

Con questo libro il MIR intende proseguire sulla via dell’educazione alla pace integrale, della nonviolenza nei rapporti tra gli esseri umani, della giustizia distributiva, della solidarietà fraterna, della conversione ecologica, dello stile di vita sobrio e del rispetto e cura della natura.

Il MIR presenterà ufficialmente il libro in un incontro pubblico la sera del 3 settembre 2021 a Firenze, in occasione dell’Assemblea nazionale del Movimento (per maggiori informazioni sull’evento contattare la segreteria nazionale del MIR).

*Contatto stampa: Pierangelo Monti, e-mail presidenza@miritalia.org, tel. 3452293461

**Per la diffusione sui social cliccare qui

 

Fonte: Comunicato Stampa del Movimento Internazionale della Riconciliazione