Faccia a faccia I

11.10.2020 - Loretta Emiri

Quest'articolo è disponibile anche in: Portoghese

Faccia a faccia I

Ero da poco tornata a Boa Vista.

Di primo mattino, passai davanti al Coretto:

una donna bionda e il suo bambino lì dormivano,

sdraiati per terra.

Mentre li contemplavo, si alzarono:

lei carina e sporca, con indumenti stracciati,

mezza hippie, pensai;

lui piccolo e fragile.

Lei davanti, il bambino dietro.

Lei barcollando;

il bambino piangendo pacatamente,

camminando lentamente,

volendo fermarsi.

Lei fermandosi per aspettare il bambino,

lui non riuscendo a camminare.

Lei scalza,

i piedi gonfi del bambino pieni di ferite sanguinanti.

Nella società yanomami,

zie materne sono chiamate mamma,

zii paterni sono chiamati papà.

A prendersi cura dei bambini

non è la sola famiglia nucleare,

ma la comunità.

Categorie: Cultura e Media, Popoli originari, Sud America
Tags: ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.