Presentazione del patto eco sociale del sud per l’America Latina

23.06.2020 - Ecuador - Redacción Ecuador

Quest'articolo è disponibile anche in: Spagnolo, Portoghese

Presentazione del patto eco sociale del sud per l’America Latina

Mercoledì 24 giugno si terrà la presentazione pubblica virtuale del Patto eco sociale del sud, una proposta auto-convocata da diverse organizzazioni sociali e individui con l’obbiettivo di definire congiuntamente “un orizzonte collettivo di trasformazione per la Nostra America che garantisca un futuro dignitoso”.

L’evento si terrà mercoledì 24 giugno sulla piattaforma del Consiglio latinoamericano delle scienze sociali (CLACSO) con il supporto dell’Associazione latinoamericana di sociologia (ALAS), alle 16:00 in Messico, Colombia, Ecuador e Perù, alle 17:00. Venezuela e Bolivia, alle 18:00 in Argentina, Brasile, Uruguay e Paraguay.

Presenteranno l’iniziativa la sociologa, ricercatrice e scrittrice argentina Maristella Svampa, il responsabile culturale boliviano e membro del Movimento per la cultura della vita comunitaria Mario Rodríguez, e il pensatore colombiano post-sviluppo Arturo Escobar. Sono stati invitati a commentare combattenti socio-ambientali come la leader di origine africana Francia Márquez, dalla Colombia, un dirigente sindacale, un rappresentante del movimento senzatetto brasiliano, leader indigene e di origine africana, e anche Vandana Shiva, filosofa ed ecofemminista dall’India, e il leader ambientale nigeriano Nnimmo Bassey.

Il Patto eco sociale del sud cerca di “contrastare le dinamiche della riorganizzazione capitalista, della concentrazione di ricchezza e della distruzione degli ecosistemi che vediamo emergere nel mezzo della crisi Covid-19”, combinando giustizia sociale, di genere, etnica ed ecologica. Fin dalla sua apparizione su Internet il 2 giugno e prima del suo lancio ufficiale, ha già raccolto il supporto di 1.700 persone e 350 organizzazioni in tutta l’America Latina.

Il patto cerca di riorganizzare le società attorno alla cura della vita. Le proposte prevedono, fra le altre, una riforma fiscale progressiva, l’introduzione di un reddito di base universale, la cancellazione del debito estero, la definizione delle priorità della sovranità alimentare e una radicale transizione socio-ecologica.

Tra gli iscritti vi sono, ad esempio, l’eco teologo brasiliano Leonardo Boff, lo scrittore colombiano William Ospina, l’antropologa femminista Rita Segato, l’attivista per i diritti indigeni Patricia Gualingae l’ex presidente dell’Assemblea costituente dell’Ecuador, Alberto Acosta.

Contatti:

Argentina: Maristella Svampa: maristellasvampa@yahoo.com; Bolivia: Mario Rodríguez Ibáñez: mario.reddiversidad@gmail.com; Brasil: Breno Bringel: brenobringel@gmail.com; Chile: Lucio Cuenca: cuenca.lucio@gmail.com; Colombia: Arturo Escobar: turoescobar@gmail.com; Tatiana Roa Avendaño: troaa@censat.org; Ecuador: Alberto Acosta: alacosta49@yahoo.com; Esperanza Martínez: esperanza@accionecológica.org; Perú: Jaime Borda: jaime_borda@yahoo.es; José de Echave: jdeechave@cooperaccion.org.pe; Venezuela: Edgardo Lander: elanderl@yahoo.com

Traduzione dallo spagnolo di Cecilia Bernabeni

Categorie: Comunicati Stampa, Diversità, Ecologia ed Ambiente, Politica, Sud America
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.