1) Donald Trump è un bullo. È quello che fa. Questo è il suo “dono”.

2) Bernie Sanders, che è scaltro e sa il fatto suo, ha affrontato i bulli PER TUTTA LA VITA. È quello che Sanders fa e ha fatto per più di 4 decenni in politica. Questo è il suo dono.

3) Joe Biden è un classico bersaglio dei bulli. Faceva citazioni sbagliate e gaffe PRIMA che la sua condizione mentale iniziasse a deteriorarsi. Biden è adesso allo stadio iniziale di un totale declino cognitivo e perdita di memoria, quasi possibilmente di demenza. Le sue condizioni non miglioreranno e anzi peggioreranno sempre di più con il passare dei mesi.

4) Il vincitore delle primarie sarà sotto i riflettori dei media 24 ore al giorno 7 giorni su 7. Dovrà affrontare Trump in TRE DIBATTITI TELEVISIVI DAL VIVO. Questo è il terreno preferito di Trump. È dove ha perfezionato il suo talento. Chi volete che lo affronti in queste occasioni? Sanders è perfetto per questa missione. Infatti, è da vedere se Trump abbia una sola possibilità contro Sanders in uno scontro diretto.

5) Se permettiamo a questa polizia del pensiero obsoleta, neoliberista e corporativa e ai suoi media di allontanarci dall’ovvio, finiremo in quella che metaforicamente parlando con ogni probabilità sarà una situazione tipo plotone d’esecuzione. Inoltre Sanders va meglio di Biden nei sondaggi contro Trump. Chiunque abbia un voto rimasto da dare alle primarie per favore pensi a questo.

Traduzione dall’inglese di Martina Ciaramidaro