“La nostra proposta di regolarizzare i cittadini non comunitari senza titolo di soggiorno a fronte della stipula di un contratto di lavoro è stata respinta dalla Commissione bilancio del Senato, dopo aver ricevuto il parere contrario del governo” si legge nella pagina Facebook della campagna “Ero straniero – L’umanità che fa bene”. “La misura avrebbe portato quasi un miliardo di nuove entrate all’anno allo Stato, oltre a una serie di benefici concreti ad aziende e territori, ma evidentemente la maggioranza ha ritenuto di poterne fare a meno, sacrificando – ancora una volta, trattandosi di immigrazione – buon senso e ragionevolezza, per timore di perdere consenso elettorale.

Ringraziamo i senatori Emma Bonino Loredana De Petris, Vasco Errani Pietro Grasso Francesco Laforgia Gregorio de Falco Maurizio Buccarella Michela Montevecchi Gianni Marilotti per aver presentato e sostenuto gli emendamenti.

Chiediamo ora a Partito Democratico MoVimento 5 Stelle e Italia Viva di mettere da parte timori e calcoli elettorali e tirar fuori il coraggio. La maggioranza smetta di balbettare su questi temi e passi dalle parole ai fatti: si proceda spediti alla Camera all’esame della nostra pdl popolare e alla sua approvazione. Perché alla propaganda che parla alla pancia delle persone si risponde solo con il coraggio delle riforme”.

Promossa da Radicali Italiani, Fondazione Casa della carità “Angelo Abriani”, ACLI, ARCI, ASGI, Centro Astalli, CNCA, A Buon Diritto, CILD, con il sostegno di numerosi sindaci e organizzazioni impegnate sul fronte dell’immigrazione, tra cui Caritas Italiana e Fondazione Migrantes, la campagna e la relativa legge di iniziativa popolare puntano a superare la legge Bossi-Fini e vincere la sfida dell’immigrazione, puntando su accoglienza, lavoro e inclusione.