Las Tesis riuniscono più di 3.000 donne al Museo della Memoria a Santiago

20.12.2019 - Redacción Chile

Quest'articolo è disponibile anche in: Spagnolo

Las Tesis riuniscono più di 3.000 donne al Museo della Memoria a Santiago
(Foto di Museo de la Memoria y los Derechos Humanos)

Una manifestazione di massa per la Giornata nazionale contro il femminicidio si è svolta giovedì 19 dicembre al Museo della memoria e dei diritti umani a Santiago. La giornata è stata segnata da una conversazione con il Collettivo Las Tesis e dall’esecuzione del flash mob femminista “Un violador en tu camino” (Uno stupratore sulla tua strada), che ha riunito migliaia di donne nella spianata dell’istituzione.

Organizzato dal Museo della Memoria insieme alla coordinatrice del 19 dicembre, l’evento aveva l’obiettivo di rendere visibile la violenza che le donne in Cile subiscono ogni giorno e di alzare la voce contro l’impunità. Musica, teatro e una mostra in omaggio alle vittime del femminicidio hanno fatto parte di questo grande incontro femminista.

L’evento è stato caratterizzato da una discussione con il Collettivo Las Tesis, che ha creato uno spazio di dialogo con donne dei quartieri, lavoratrici, studentesse e accademiche, che con un microfono aperto hanno potuto raccontare le loro esperienze di violenza, discriminazione e maschilismo ed esprimere opinioni e aspirazioni per un Cile in cui possano camminare libere e senza paura.

Alla domanda sulla portata della performance, Paula Cometa di Las Tesis ha risposto che “ciò che è diventato virale in queste settimane non è la performance, ma la violenza sistematica contro le donne in tutte le parti del mondo”.

Al termine della conversazione, più di 3.000 donne hanno riempito il palco del Museo per eseguire “Un violador en tu camino” (Uno stupratore sulla tua strada), un flash mob che è stato replicato in varie parti del Cile e del mondo e che in pochi giorni è riuscito ad animare con una nuova tematica le mobilitazioni sociali in Cile. La giornata si è conclusa con una grande marcia dal Museo e fino al palazzo de La Moneda.

In onore della piccola Javiera Neira, una bambina di sei anni che il padre ha ucciso gettandola dalla finestra dopo un litigio con la madre, il 19 dicembre viene commemorato come la Giornata nazionale contro il femminicidio, con l’obiettivo di sradicare completamente ogni tipo di violenza contro le donne.

Foto di Daniel Barahona

Video: https://www.instagram.com/tv/B6Rd-YiJstk/?utm_source=ig_web_copy_link

Categorie: Comunicati Stampa, Genere e femminismi, Sud America
Tags: , , , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 16.02.20

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

Chiudiamo le pagine di chi spegne i sorrisi

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.