Migranti. Sea Watch, Salvini indagato per diffamazione

05.09.2019 - Agenzia DIRE

Migranti. Sea Watch, Salvini indagato per diffamazione
(Foto di agenzia Dire)

Nella denuncia, fatta a luglio dai legali di Carola Rackete, è stato chiesto il sequestro dei profili social dell’ex capo del Viminale.

Il leader della Lega, Matteo Salvini, è stato iscritto sul registro degli indagati con l’accusa di diffamazione dalla Procura di Roma per gli insulti inviati attraverso i social network alla capitana della Sea Watch 3, Carola Rackete.

L’iscrizione risale al luglio scorso quando i magistrati romani hanno poi inviato per competenza territoriale alla Procura di Milano gli atti relativi all’ex Ministro degli Interni.

Gli atti sono stati inviati a Milano perché lì risiede Salvini. Nella denuncia, fatta a luglio dai legali di Carola Rackete, è stato chiesto, tra l’altro, il sequestro dei profili social dell’ex capo del Viminale e sono stati riportati alcuni post di Salvini e alcuni commenti degli utenti contro la capitana della Sea Watch 3, attaccata per lo sbarco di alcuni migranti avvenuto l’estate scorsa.

 

Categorie: Europa, Migranti
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 16.12.19

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.