Difendiamo chi difende i diritti della terra

01.06.2019 - Torino - Amnesty International

Difendiamo chi difende i diritti della terra
(Foto di https://www.facebook.com/events/2481285588777188/)

Mercoledì 5 giugno 2019 dalle ore 16 alle 18

Cinema Massimo

Via Verdi 18, 10124 Torino

Organizzato da AmericaLatina Amnesty

In tutto il mondo gli attivisti che difendono il diritto a proteggere l’ambiente e le risorse della loro terra sono sotto attacco: negli ultimi anni si è registrato un preoccupante aumento di minacce, aggressioni e uccisioni.

L’America Latina è l’area più critica. Mai, difendere la foresta, le montagne, i boschi e i fiumi è stato così pericoloso. Le vittime sono le popolazioni native che chiedono la protezione delle loro terre ancestrali e delle loro risorse; sono comunità contadine che rischiano l’esproprio, l’impoverimento e l’inquinamento a causa di progetti di infrastrutture o di sfruttamento nel settore idroelettrico ed estrattivo, comunità che lottano per sopravvivere in aree dove la terra è nelle mani di latifondisti o dell’agroindustria. Nella loro attività di difesa si scontrano con grandi interessi economici, in conflitti che spesso portano a violenza e a gravi violazioni dei diritti umani.

Il caso del Messico è emblematico. Il 24 ottobre 2018 uomini armati non identificati hanno ucciso Julián Carrillo. Era un difensore della terra e dell’ambiente del popolo indigeno Rarámuri a Coloradas de la Virgen, una comunità isolata della sierra Tarahumara nello stato di Chihuahua. Dal 2007 difendeva il suo territorio ancestrale dal disboscamento, dalle attività estrattive e dalle coltivazioni illegali di droga. Julián si aggiunge alla lista dei sedici difensori dei diritti umani uccisi in Messico nel 2018. Questi omicidi, per la maggior parte, restano impuniti.

Al Festival Cinemambiente Torino “DIFENDIAMO CHI DIFENDE I DIRITTI DELLA TERRA”
mercoledì 5 giugno, ore 16.00, Cinema Massimo

– Presentazione della campagna in difesa del popolo nativo Rarámuri.
– Proiezione del documentario: “Protección comunitaria. Experiencias desde la defensa del territorio”
Una raccolta di diverse esperienze di lotta e di resistenza di difensori dell’ambiente che in Messico, nonostante la repressione subita, dedicano la propria vita a difendere la terra e il territorio.

INTERVENGONO: Paola Ramello, Amnesty International Italia
Marco Sarasin, Peace Brigades International – Italia
Modera Marco Fratoddi, giornalista, Segretario generale Federazione italiana media ambientali.

Cinema Massimo: i biglietti gratuiti (max. 2 per spettatore) si possono ritirare un’ora prima di ogni proiezione.
per maggiori info: www.cinemambiente.it
—-
I Rarámuri sono noti per la loro qualità di corridori: sono soliti percorrere di corsa lunghe distanze attraverso la sierra Tarahumara indossando i sandali tipici in questa zona del Messico. Simbolo di questa campagna è proprio il huarache, il sandalo dei Rarámuri, per comunicare l’idea che affinché possa continuare a camminare, questa comunità ha bisogno di mantenere la propria identità e il controllo sulla propria terra ancestrale. Per ottenere ciò hanno bisogno di giustizia e protezione da parte della autorità messicane.

LA DIFESA DELL’AMBIENTE E DELLA TERRA NON DEVE ESSERE UNA CONDANNA A MORTE

Il 5 giugno, giornata mondiale dell’ambiente, contribuiamo a proteggere le persone che difendono il nostro pianeta garantendo loro sicurezza nelle loro comunità.

Firma subito l’appello di Amnesty International – Italia in favore di Julián Carrillo
https://www.amnesty.it/appelli/giustizia-per-julian-carrillo/
Cinemambiente Torino
Amnesty International – Italia

Categorie: Diritti Umani, Popoli originari
Tags: , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.