In oltre 100 nazioni, venerdì 24 maggio, ha avuto luogo il secondo Global strike for future, lo sciopero mondiale per il clima lanciato dalla svedese Greta Thunberg, dopo quello del 15 marzo che ha visto la partecipazione di oltre due milioni di persone in tutto il mondo. In un momento storico così importante e a ridosso delle elezioni europee in Italia si sono mobilitate 126 città da nord a sud del Paese.

Cambiamo il sistema non il clima” è stato lo slogan dello striscione di apertura del corteo di Roma che ha visto la partecipazione di numerosi studenti ma anche quella di tanti altri cittadini trasportati dall’energia positiva dei giovanissimi.

Pressenza ha partecipato alla mobilitazione raccogliendo in un breve video le riflessioni di alcuni manifestanti