Le comunità del mondo arabo in Italia (Co-mai) e la Confederazione Internazionale laica interreligiosa( Cili-italia) condannano senza ambiguità e con forza gli attentati disumani, razzisti e anti festività religiose contro i cristiani in Sri Lanka che hanno causato 207 morti e 500 feriti e paura tra la popolazione dello Sri Lanka e i turisti stranieri .
“Proprio oggi nel nostro augurio a tutti gli amici e fratelli cristiani abbiamo augurato che questa Pasqua possa dare segnali di cambiamenti nel mondo a favore del dialogo e la proficua convivenza interculturale e interreligiosa e mettere fine ai vari conflitti nel mondo e in Libia, Siria, Yemen, Iraq, Sudan, Somalia, Palestina,Africa e Asia” dichiara Foad Aodi Fondatore delle Co-mai e dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) che sta seguendo la situazione con angoscia esprimendo la vicinanza e solidarietà alla comunità dello Sri Lanka in Italia e ai cristiani nel mondo.
“Nessuno al mondo, di qualsiasi religione, ha il diritto né gli alibi per uccidere nel nome delle religioni” continua Foad Aodi che ringrazia Papa Francesco che è l’unico nel mondo che non si stanca mai di fare i suoi appelli a favore del dialogo interreligioso e interculturale e la fine dei conflitti come ha fatto anche oggi nella giornata di Pasqua; “speriamo che anche per il mondo musulmano possa esserci una personalità come Papa Francesco che possa unire e far parlare tutti in una voce isolando il terrorismo che danneggia tutti compreso i veri musulmani”.

“Auspichiamo che anche il mondo politico faccia altrettanto e combatta il terrorismo con leggi più severe e più prevenzione e collaborazione internazionale tra tutte le forze di polizia e ministeri degli affari Esteri e interni” conclude Aodi ribadendo che servono più politiche dei due binari: da una parte garantire la sicurezza a tutti e dall’altra parte promuovere politiche per l’integrazione e dialogo interreligioso e interculturale per combattere il terrorismo e il razzismo religioso.

Ufficio Stampa
Co-mai e Cili-Italia