Scomparso per oltre un mese, attivista egiziano torna a casa

26.03.2019 - Riccardo Noury

Scomparso per oltre un mese, attivista egiziano torna a casa

Ci ha messo oltre un mese l’attivista egiziano Islam Khalil per arrivare a casa una volta rilasciato.

Dal 25 febbraio, giorno in cui sembrava terminato l’estenuante iter per il rilascio con la condizionale iniziato sei giorni prima, fino al 26 marzo Islam Khalil è risultato uno dei purtroppo numerosissimi desaparecidos dell’Egitto del presidente al-Sisi.

Gli era già successo nel maggio 2015, quando – arrestato per la falsa accusa di appartenenza a un’organizzazione fuorilegge e diffusione di notizie false – era scomparso per 122 giorni. Per tutto quel periodo era rimasto bendato e ammanettato. Era stato torturato con scariche elettriche sui genitali e sospeso per i polsi e le caviglie per ore e ore.

Rilasciato nel settembre 2016, Islam Khalil era stato nuovamente arrestato nel marzo 2018 per le medesime accuse. Di nuovo carcere, torture e sparizione. Poi finalmente il rilascio e il ritorno a casa.

 

 

Categorie: Africa, Diritti Umani
Tags: ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.