Egitto

01.10.2018

Egitto, Amal Fathy condannata a 2 anni. Il 14 ottobre nuovo processo con accuse di terrorismo

Egitto, Amal Fathy condannata a 2 anni. Il 14 ottobre nuovo processo con accuse di terrorismo

La notizia che mai avremmo voluto riportare e commentare è purtroppo li, nitida e pesante come i caratteri delle parole della sentenza scritta oggi dalla Corte per i reati minori di Maadi, in Egitto, che ha condannato a 2 anni di prigione l’attivista Amal Fathy, moglie di Mohamed Lotfy, direttore… »

13.09.2018

A un anno dal ritorno dell’ambasciatore italiano al Cairo, quali passi avanti verso la verità per Giulio Regeni?

A un anno dal ritorno dell’ambasciatore italiano al Cairo, quali passi avanti verso la verità per Giulio Regeni?

Alla vigilia del 14 settembre, anniversario del ripristino di normali relazioni diplomatiche tra Italia ed Egitto attraverso il ritorno dell’ambasciatore italiano al Cairo, il direttore generale di Amnesty International Italia Gianni Rufini ha inviato una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al ministro degli Affari esteri Enzo Moavero… »

09.09.2018

Egitto, decine di condanne a morte ed ergastoli, altre 612 a pene detentive

Egitto, decine di condanne a morte ed ergastoli, altre 612 a pene detentive

L’8 settembre un tribunale del Cairo ha emesso il verdetto nei confronti di 739 imputati accusati di vari reati in relazione al violentissimo sgombero dei sit-in di piazza al-Rabaa al-Adawiya e piazza al-Nahda il 14 agosto 2013. Sono state emesse 75 condanne a morte, 47 condanne all’ergastolo e altre 612 condanne a pene varianti da cinque a 15 anni. I 739 imputati… »

30.08.2018

Egitto, Zaki: “La povertà aumenta e non c’è spazio per il dissenso”.

Egitto, Zaki: “La povertà aumenta e non c’è spazio per il dissenso”.

L’Egitto non è affatto un paese stabile, né dal punto di vista socio-economico né delle libertà fondamentali. La gente non trova lavoro, il costo della vita continua ad aumentare e il governo fa di tutto per limitare gli spazi del dissenso”. A parlare con l’agenzia ‘Dire’ è Patrick Zaki, attivista… »

30.08.2018

Quelle parole che al-Sisi non avrebbe dovuto dire

Quelle parole che al-Sisi non avrebbe dovuto dire

“Giulio è uno di noi”. il presidente egiziano al-Sisi era davvero l’ultimo a poter pronunciare questa frase. Anzi, neanche l’ultimo. Proprio fuori classifica. Avrebbero potuto dirla, quella frase, i sopravvissuti alle sparizioni forzate e alla tortura, i “Giulio” e le “Giulia” d’Egitto. Avrebbero potuto dirla madri, padri, mariti, mogli, sorelle,… »

23.08.2018

Regeni, 200 accademici dicono no alle intese Regno Unito-Egitto

Regeni, 200 accademici dicono no alle intese Regno Unito-Egitto

Oltre 200 accademici del Regno Unito hanno scritto una lettera al quotidiano britannico ‘The Guardian’ per protestare contro la collaborazione accademica tra Londra e Il Cairo, ricordando l’assassinio di Giulio Regeni e sottolineando che l’Egitto non rispetta i diritti umani. Docenti e ricercatori contestano una serie di accordi che hanno… »

14.08.2018

Egitto, rinnovo carcere per Amal Fathy, nel mirino per i legami con Regeni

Egitto, rinnovo carcere per Amal Fathy, nel mirino per i legami con Regeni

È ancora in carcere l’attivista egiziana Amal Fathy, per la quale da maggio si sono mobilitate diverse personalità e organizzazioni della società civile, tra cui Paola Deffendi, madre di Giulio Regeni, e il suo avvocato Alessandra Ballerini. L’arresto di Fathy è stato rinnovato ieri da un tribunale del Cairo, in… »

14.08.2018

Giulio Regeni, un anno fa la decisione di rimandare l’ambasciatore al Cairo

Giulio Regeni, un anno fa la decisione di rimandare l’ambasciatore al Cairo

Intorno alle 18 del 14 agosto dello scorso anno le agenzie iniziarono a battere la notizia che il governo Gentiloni aveva deciso di rinviare l’ambasciatore in Egitto. Una decisione apparentemente improvvisa, comunicata con un preavviso pressoché inesistente alla famiglia Regeni, alla quale in precedenza era stata promessa la massima condivisione… »

11.08.2018

Una mail e un fiore per Amal e per rinnovare la richiesta di Verità per Giulio Regeni

Una mail e un fiore per Amal e per rinnovare la richiesta di Verità per Giulio Regeni

Amal Fathy è una donna coraggiosa, un’attivista egiziana che si occupa principalmente di sensibilizzare l’opinione pubblica su casi di persone detenute in Egitto semplicemente per aver preso parte ad una manifestazione o per aver espresso la propria opinione sui social media. In un post su Facebook ha parlato delle molestie… »

09.08.2018

Egitto, il rinvio a processo di Amal Fathy è uno scioccante caso di ingiustizia

Egitto, il rinvio a processo di Amal Fathy è uno scioccante caso di ingiustizia

Amnesty International ha condannato come uno scioccante caso di ingiustizia il rinvio a processo di Amal Fathy, l’attivista egiziana arrestata per aver condiviso online un video di denuncia sulle molestie sessuali. “Amal Fathy ha mostrato coraggio parlando della sua esperienza di molestie sessuali e per questo dovrebbe essere lodata, non sottoposta… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


App Pressenza

App Pressenza

Diritti all'informAZIONE

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.