Egitto

14.08.2018

Egitto, rinnovo carcere per Amal Fathy, nel mirino per i legami con Regeni

Egitto, rinnovo carcere per Amal Fathy, nel mirino per i legami con Regeni

È ancora in carcere l’attivista egiziana Amal Fathy, per la quale da maggio si sono mobilitate diverse personalità e organizzazioni della società civile, tra cui Paola Deffendi, madre di Giulio Regeni, e il suo avvocato Alessandra Ballerini. L’arresto di Fathy è stato rinnovato ieri da un tribunale del Cairo, in… »

14.08.2018

Giulio Regeni, un anno fa la decisione di rimandare l’ambasciatore al Cairo

Giulio Regeni, un anno fa la decisione di rimandare l’ambasciatore al Cairo

Intorno alle 18 del 14 agosto dello scorso anno le agenzie iniziarono a battere la notizia che il governo Gentiloni aveva deciso di rinviare l’ambasciatore in Egitto. Una decisione apparentemente improvvisa, comunicata con un preavviso pressoché inesistente alla famiglia Regeni, alla quale in precedenza era stata promessa la massima condivisione… »

11.08.2018

Una mail e un fiore per Amal e per rinnovare la richiesta di Verità per Giulio Regeni

Una mail e un fiore per Amal e per rinnovare la richiesta di Verità per Giulio Regeni

Amal Fathy è una donna coraggiosa, un’attivista egiziana che si occupa principalmente di sensibilizzare l’opinione pubblica su casi di persone detenute in Egitto semplicemente per aver preso parte ad una manifestazione o per aver espresso la propria opinione sui social media. In un post su Facebook ha parlato delle molestie… »

09.08.2018

Egitto, il rinvio a processo di Amal Fathy è uno scioccante caso di ingiustizia

Egitto, il rinvio a processo di Amal Fathy è uno scioccante caso di ingiustizia

Amnesty International ha condannato come uno scioccante caso di ingiustizia il rinvio a processo di Amal Fathy, l’attivista egiziana arrestata per aver condiviso online un video di denuncia sulle molestie sessuali. “Amal Fathy ha mostrato coraggio parlando della sua esperienza di molestie sessuali e per questo dovrebbe essere lodata, non sottoposta… »

26.07.2018

Egitto, appello da Roma per le ragazze di Damietta: “Liberatele”

Egitto, appello da Roma per le ragazze di Damietta: “Liberatele”

“Le ragazze devono uscire”: è l’appello, in arabo e italiano, lanciato a Roma da un gruppo di giornalisti e membri della comunità egiziana preoccupati per la situazione di 13 giovani, detenute senza processo da alcuni giorni nel carcere femminile di Port Said. Le donne, hanno riferito i relatori della conferenza, hanno… »

25.07.2018

Giulio Regeni, 30 mesi senza la verità

Giulio Regeni, 30 mesi senza la verità

Trenta mesi. Sono trascorsi 30 mesi dalla scomparsa al Cairo di Giulio Regeni. Una scomparsa che fu un vero e proprio sequestro di persona, seguito da una sparizione di nove giorni nei quali il ricercatore italiano venne selvaggiamente torturato a morte. Di ciò che successe a Giulio quando uscì dalla… »

27.06.2018

Regeni, l’inganno delle immagini delle telecamere della metro del Cairo

Regeni, l’inganno delle immagini delle telecamere della metro del Cairo

Incomplete o manomesse? O incomplete perché manomesse? Di certo, quelle immagini che la procura del Cairo aveva messo a disposizione di quella di Roma con enorme ritardo (la prima promessa di consegnarle risaliva al 25 luglio 2016), non contengono nulla che possa chiarire cosa successe a Giulio Regeni dopo che… »

14.06.2018

Governo del cambiamento? Su Giulio Regeni le solite, vecchie meschine parole

Governo del cambiamento? Su Giulio Regeni le solite, vecchie meschine parole

Da martedì sera il Ministro di Ogni Cosa Matteo Salvini sta dedicando attenzione anche a Giulio Regeni. Colui che nella scorsa legislatura incalzava virilmente il governo a fare di più, negli ultimi giorni ha preso a modello l’ex Ministro degli Esteri Alfano, che individuava l’Egitto come “partner ineludibile”. Per Salvini,… »

12.06.2018

Africa, una storia da riscoprire. 2- I faraoni neri e le regine di Meroe

Africa, una storia da riscoprire. 2- I faraoni neri e le regine di Meroe

Quando, intorno al 3000 a.C. Narmer, quasi unanimemente identificato con Menes, partì dal sud del Sudan, unificò l’Alto e il Basso Egitto e diventò faraone, legò con questo gesto il destino di due popoli. Circa 10.000 anni fa il Sahara era ricco di animali e vegetazione: una squadra di archeologi… »

03.06.2018

Giulio Regeni: sappiamo tutto, e ancora non sappiamo

Giulio Regeni: sappiamo tutto, e ancora non sappiamo

Oggi, 3 giugno, sono trascorsi 28 mesi dal ritrovamento, al Cairo, del corpo di Giulio Regeni. Di chi ne fece scempio, di chi quello scempio ordinò e successivamente cercò di allontanarsene ogni responsabilità, sappiamo tutto. La storia degli ultimi cinque anni dell’Egitto ce lo racconta in maniera trasparente. E però,… »

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


App Pressenza

App Pressenza

Diritti all'informAZIONE

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.