Sud Sudan, graziati due condannati a morte per celebrare l’accordo di pace

02.11.2018 - Riccardo Noury

Sud Sudan, graziati due condannati a morte per celebrare l’accordo di pace
(Foto di https://www.facebook.com/james.gatdet1)

Il 31 ottobre 2018, come gesto riconciliatorio a sostegno dell’accordo di pace sottoscritto il 12 settembre, il presidente del Sud Sudan Salva Kiir ha graziato due condannati a morte.

Si tratta di James Gatdet Dak (nella foto), già portavoce dell’Esercito di liberazione del popolo sudanese – Opposizione, una delle due fazioni che hanno combattuto negli ultimi cinque anni una guerra fratricida e sanguinosa costata decine di migliaia di morti e quattro milioni di sfollati e di William Endley, un cittadino sudafricano che agiva come consulente del leader della fazione di opposizione ed ex vicepresidente del paese, Riek Machar, che è previsto rientri in carica nell’ambito dell’attuazione dell’accordo di pace.

Endley era stato condannato a morte per tentativo di rovesciare il governo, Gatdet per tradimento.

Prima di essere stato condannato a morte, Gatdet era stato vittima di una clamorosa violazione del diritto internazionale: registrato regolarmente come rifugiato in Kenya, nel novembre 2016 era stato rapito nella sua abitazione di Nairobi, trasferito nel Sud Sudan e qui immediatamente arrestato.

Categorie: Africa, Diritti Umani
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

DIRETTA mobilitazioni ogni giorno a Santiago 13.12.19

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.