Il Carnevale della Resistenza: Trump non è il benvenuto nel Regno Unito

28.06.2018 - Pressenza London

Quest'articolo è disponibile anche in: Inglese, Spagnolo

Il Carnevale della Resistenza: Trump non è il benvenuto nel Regno Unito
(Foto di campagna Stop Trump)

Di Stop Trump

Nel 2017 una coalizione di organizzazioni e individui ha unito le forze per protestare contro la visita di Donald Trump nel Regno Unito. La loro lettera al Guardian definiva la sua presidenza pericolosa e controversa e si impegnava a organizzare una delle più grandi manifestazioni della storia britannica.

Dopo aver cancellato due viaggi, questa volta pensiamo che verrà davvero. E quando lo farà, il carnevale della resistenza sarà lì ad aspettarlo.

Diremo chiaro e tondo al governo britannico che non è corretto normalizzare il programma di Trump e l’odio e la paura che questo ha scatenato.

Il trumpismo minaccia direttamente i passi da compiere per affrontare:
– La disuguaglianza
– La pace e il disarmo
– Il cambiamento climatico
– La lotta contro la discriminazione, in particolare contro gruppi già emarginati, come migranti e musulmani
– L’avidità delle multinazionali

Partecipate alla lotta. Impegnatevi a unirvi al carnevale della resistenza adesso.

22 giugno 2018 – Lettera aperta al governo del Regno Unito

La Coalizione Stop Trump è unita nell’azione e nel carnevale di resistenza contro un uomo e un sistema che strappa i bambini ai loro genitori e li mette in gabbia come animali come parte della sua agenda quotidiana.

Le rivelazioni scioccanti e spaventose sulle pratiche ai confini statunitensi sono l’ultima di una lunga serie di rivelazioni scioccanti e spaventose, che mettono in evidenza ciò che i valori di Trump significano per le persone sulle quali essi hanno effetto; miseria, sofferenza e violazione dei loro più elementari diritti umani.

Siamo a favore di un mondo in cui la diversità e la libertà non solo contano, ma sono parte integrante del tessuto sociale; disapproviamo che i migranti siano considerati un capro espiatorio e i musulmani vengano attaccati. Siamo solidali con le comunità LGBTQI e con le donne che resistono al patriarcato e alla violenza sessuale.  Accogliamo i rifugiati sempre e ovunque.

Rifiutiamo con tutte le nostre forze il sistema avido rappresentato dal trumpismo, che ha un impatto sui più deboli e sui più vulnerabili e che, se non verrà contrastato, alla fine porterà alla distruzione di questo pianeta.

Rappresentiamo un mondo in cui la giustizia climatica e la giustizia economica possano essere una realtà, dove le politiche estere umanitarie e a lungo termine aprano la strada a una società migliore, più civile e pacifica.

Chiediamo al governo di impedire a Trump di visitare il Regno Unito il mese prossimo, in riconoscimento del fatto che accettare il trumpismo come una cosa normale è sbagliato e distruttivo. In riconoscimento del fatto che la stragrande maggioranza delle persone di questo paese è contraria a Trump e alla politica di odio e divisione che promuove. In riconoscimento del fatto che noi, in quanto società, diamo valore all’umanità, alla famiglia e alla sicurezza dei bambini, qui e in tutto il resto del mondo.

Lo diciamo chiaramente. Se la visita verrà confermata, la manifestazione per le strade, non solo di Londra, ma anche di Manchester e di Liverpool, di Barnstaple e di Edimburgo, di Leeds e di Blackpool, sarà tra le più grandi e le più compatte nella storia di questo paese.

Il disprezzo per Trump e il suo programma odioso unisce vicini e avversari politici, credenti e non credenti. Nelle sale riunioni e nei municipi dei villaggi, nelle moschee e nelle chiese, durante i corsi di danza e  di ballo e di musica, gli abitanti del Regno Unito si stanno preparando per il carnevale della resistenza.

Non si è mai trattato solo di un uomo, ma delle politiche del trumpismo, che si riflettono vergognosamente qui nel Regno Unito, in Europa e nel mondo. Non solo siamo contrari a quelle politiche, ma ci impegniamo anche alla resistenza contro di esse.

#CarnivalofResistance #Resist #StopTrumpism

Traduzione dall’inglese di Simona Trapani

Categorie: Comunicati Stampa, Diritti Umani, Europa, Politica
Tags: , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.