Afghanistan: una fatwa condanna gli attacchi terroristici durante il ramadan

09.06.2018 - Walimohammad Atai

Afghanistan: una fatwa condanna gli attacchi terroristici durante il ramadan

Dopo tanti anni una storica fatwa dei maggiori religiosi afghani è stata emessa contro il conflitto in corso nel paese;  i Maulavi Inayatullah Baleegh e Muhammad Karim hanno condannato duramente gli attacchi sferrati dei talebani durante il ramadan; in seguito a questo il presidente Ashraf Ghani ha annunciato giovedì un cessate il fuoco;  Il governo dovrebbe osservare la tregua dal 27 di Ramadan fino al quinto giorno di Eidul Fitr, secondo quanto il presidente ha scritto sulla sua pagina Facebook. “Accogliamo con favore questa fatwa senza precedenti” ha detto Ghani.

“Con il cessate fuoco vogliamo affermare la forza del governo afgano e la volontà del popolo per una risoluzione pacifica del conflitto”, ha affermato il presidente.

I terroristi hanno rovinato la prima settimana di digiuno con una serie di attacchi, con dozzine di morti.

Il cosiddetto Stato islamico (Daesh) aveva rivendicato la responsabilità degli attacchi in diversi zone dell’Afghanistan. A Kabul, i principali gruppi che hanno compiuto atti terroristici sono stati Daesh e i talebani.

Sui social media, si sono regstrate reazioni di persone che  hanno il cuore spezzato e indignato dalla violenza insensata. Inoltre molti hanno sottolineato che il fatto di effettuare questi attentati durante il ramadan sia una chiara dimostrazione che questi gruppi terroristici non hanno nulla a che vedere con l’Islam.

Le principali vittime di gruppi estremisti come Daesh – che 70.000 Iman hanno ufficialmente condannato in una fatwa nel 2015 – sono musulmane. Le atrocità compiute in Occidente, da Nizza a Berlino a Orlando, sono solo una piccola parte rispetto al macabro macello che l’IS ha portato in Siria e in Iraq, così come in altri paesi arabi. Questo gruppo non solo ha brutalmente violentato e massacrato i musulmani, ma si è spinto fino al punto di compiere un attacco alla città più sacra dell’Islam, la Mecca, prendendo di mira la moschea dove è stato sepolto il profeta Maometto.

Eppure la retorica islamofobia in Occidente persiste, incolpando collettivamente i musulmani per il terrorismo. Quando finiranno la violenza e le incomprensioni?

Categorie: Asia, Pace e Disarmo
Tags: , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.