Una breve riflessione per alimentare il dibattito

Gli Stati dotati di armi nucleari hanno fatto un progresso : da qualche tempo hanno cominciato a capire che una “forza di dissuasione nucleare” non puo’ funzionare ! Voi direte : ne hanno messo di tempo ! Sì, è vero, ma … meglio tardi che mai !

E, come è possibile fare questa constatazione? Semplicemente osservando che questi Stati sempre di più cercano delle soluzioni alternative: l’apparizione, nelle loro dottrine di possibilità di ‘first strike’(USA-NATO), oppure di d’« un ultime avertissement » (Francia) , oppure ancora lo sviluppo dei cosiddetti « mini-nukes »(*), nettamente più utilizzabili sul campo di battaglia … Vale a dire : si sta passando sempre di più dalla nozione di « armi di non impiego », cioè quelle dette della ‘dissuasione nucleare’, a quelle di « armi di impiego per primi» : quelle cioè dello ‘scacco’ della forza di dissuasione nucleare.

E però questa stessa constatazione mostra anche che, al contrario, questi Stati non hanno ancora capito che è da gran tempo venuta l’ora di cessare di sbagliarsi di nemici !

In effetti, i veri nemici di ogni Stato non sono altri Stati, i veri nemici sono comuni a TUTTI gli Stati, ed essi si chiamano : la precarietà e la miseria nel mondo, il riscaldamento climatico, il degrado dell’ambiente, le ingiustizie sociali, le epidemie, l’ignoranza, la corruzione, le mafie, i fanatismi …

E’ dunque contro questi nemici che si tratta di concentrare tutto il potenziale di cui dispone l’Umanità, in termini di intelligenza, di iniziative solidali, di creatività … et non in una corsa folle à ogni sorta di armamenti, et soprattutto di armamenti nucleari !

Di conseguenza, si tratta di sviluppare, nelle relazioni tra gli Stati, delle iniziative di cooperazione finalizzate a tutti questi obiettivi.

Allora, la grande domanda che si pone è: “sì, ma come arrivarci ?”

In un articolo precedente (Ora una luce è stata accesa nelle tenebre del nostro mondo disastrato! (*)(*)) ho iniziato ad affrontare questo problema sotto l’angolo del disarmo nucleare, ma è possibile estenderlo anche agli altri obiettivi menzionati qui.

In sintesi : è tutto ciò e non la minaccia con le armi nucleari che si potrà garantire nella durata la pace nel mondo !

——————————————————–

(*) Si puo’ vedere, a questo proposito, questo articolo del ‘New York Times’ sul draft della prossima “Nuclear Posture Review” sottoposta a Donald Trump dal ‘Pentagono’ :

https://www.nytimes.com/2018/01/16/us/politics/pentagon-nuclear-review-cyberattack

trump.html?partner=rss&emc=rss&smid=tw-nytpolitics&smtyp=cur

(*)(*)https://www.pressenza.com/it/2017/12/ora-luce-stata-accesa-nelle-tenebre-del-nostro-mondo-disastrato/