AIDS: in Sud Sudan un progetto pilota di MSF per portare il trattamento per l’HIV nelle zone di conflitto

01.12.2017 - Medecins sans Frontieres

AIDS: in Sud Sudan un progetto pilota di MSF per portare il trattamento per l’HIV nelle zone di conflitto
(Foto di MSF/Charles Atiki Lomodong)

Oggi il 30% delle persone sieropositive non sa di esserlo e la maggior parte vive proprio nei contesti più instabili dell’Africa subsahariana. Medici Senza Frontiere sta sperimentando con successo il programma “Test and Treat per la diagnosi e la cura dell’HIV, nella Contea di Yambio, in Equatoria occidentale, dove gli scontri costringono la popolazione a continui spostamenti. Il programma, già introdotto in altre zone dell’Africa, potrebbe dunque applicarsi anche ad altre aree di conflitto e sfollamento.

In occasione del 1° dicembre, Giornata Mondiale contro l’AIDS, Medici Senza Frontiere ricorda che per sconfiggere la malattia bisogna estendere le cure e far sì che le persone vengano diagnosticate il prima possibile, in modo da iniziare il trattamento prima che la carica virale aumenti in modo incontrollato. La vera sfida di oggi è dunque quella di diagnosticare e curare le persone proprio nei contesti più instabili.

Categorie: Africa, Comunicati Stampa, Salute
Tags: , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Diritti all'informAZIONE

Video presentation: What Pressenza is...

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Stop Fiscal Compact: firma la petizione!

Stop Fiscal Compact: firma la petizione!

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.