AIDS: in Sud Sudan un progetto pilota di MSF per portare il trattamento per l’HIV nelle zone di conflitto

01.12.2017 - Medecins sans Frontieres

AIDS: in Sud Sudan un progetto pilota di MSF per portare il trattamento per l’HIV nelle zone di conflitto
(Foto di MSF/Charles Atiki Lomodong)

Oggi il 30% delle persone sieropositive non sa di esserlo e la maggior parte vive proprio nei contesti più instabili dell’Africa subsahariana. Medici Senza Frontiere sta sperimentando con successo il programma “Test and Treat per la diagnosi e la cura dell’HIV, nella Contea di Yambio, in Equatoria occidentale, dove gli scontri costringono la popolazione a continui spostamenti. Il programma, già introdotto in altre zone dell’Africa, potrebbe dunque applicarsi anche ad altre aree di conflitto e sfollamento.

In occasione del 1° dicembre, Giornata Mondiale contro l’AIDS, Medici Senza Frontiere ricorda che per sconfiggere la malattia bisogna estendere le cure e far sì che le persone vengano diagnosticate il prima possibile, in modo da iniziare il trattamento prima che la carica virale aumenti in modo incontrollato. La vera sfida di oggi è dunque quella di diagnosticare e curare le persone proprio nei contesti più instabili.

Categorie: Africa, Comunicati Stampa, Salute
Tags: , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


App Pressenza

App Pressenza

Diritti all'informAZIONE

Video presentation: What Pressenza is...

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.