La memoria di Sandrine Bakayoko non si cancella! Verità e giustizia sociale

25.01.2017 - Redazione Italia

La memoria di Sandrine Bakayoko non si cancella! Verità e giustizia sociale
(Foto di www.valigiablu.it)

In occasione della gionata di mobilitazione nazionale per Sandrine, Usb Toscana aderisce con presidio di solidarietà e sostegno in ricordo di una vittima di un sistema creato dallo Stato e che produce ghettizzazione e sfruttamento.

Invitiamo tutti a partecipare
Sabato 14 Gennaio 2017 ore 14.00
Piazza Luigi Dallapiccola, Firenze

Caro Ministro degli Interni Marco Minniti, le sue operazioni di deportazione, avviate nei confronti di alcuni profughi a differenza di altri, e la gestione affaristica dell’accoglienza costituiscono – insieme ai Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE) – il problema e non la soluzione. Motivo per cui siamo, senza Se e senza Ma, dalla parte della giusta protesta che ha seguito la morte di Sandrine Bakayoko. Perché non vogliamo vivere in queste gabbie create dallo Stato tra indifferenza e miopia politico culturale.

Questi depositi umani che voi definite centri d’accoglienza stanno sempre più diventando dei luoghi di privazione di diritti e dignità nonché di sfruttamento lavorativo e sociale dei profughi e degli operatori sociali. E là dove le persone sono costrette a vivere in queste condizioni i diritti dell’uomo sono violati. Uomini e donne scaricati e sospesi tra procedure amministrative, ricatti di ogni natura e forme evidenti di razzismo.

Denunciamo la vergognosa campagna strumentale e razzista secondo cui i richiedenti asilo e i migranti ricevono dai 25 ai 35 euro al giorno! Questi soldi non li abbiamo mai visti. Si tratta di pura campagna demagogica e strumentale finalizzata a speculare sul disagio sociale dovuto alla crisi economica che vive la società tutta.

Invitiamo Sabato 14 gennaio tutte le associazioni, movimenti, forze sociali e laiche antirazziste a condividere insieme un momento di mobilitazione a Cona (Venezia) e in tutti i territori per Sandrine Bakayoko e per la liberazione dei profughi da questo “sistema”. Sistema creato dalle politiche dei vari governi italiani con la complicità di affaristi dell’assistenzialismo senza scrupoli.

Coalizione Internazionale Sans-papiers, Migranti, Rifugiati e Richiedenti asilo (CISPM) – Associazione degli ivoriani Napoli – Associazione degli immigrati senegalesi residenti in Abruzzo e Marche (AISAM) – Unione Sindacale di Base (USB) – Movimento Migranti e Rifugiati – Associazione Senegalese di Torino (AST) – Coordination des Sans-papiers (Belgique) – Coordination 75 des Sans-Papiers (CSP75 France) – Associazione Maliana Piemonte – Osservatorio Repressione –

Partecipazione o Adesione: coalizionesanspapiersmigranti@gmail.com

 

Categorie: Comunicati Stampa, Diritti Umani, Europa
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.