Chelsea Manning tornerà libera il 17 maggio

18.01.2017 - Riccardo Noury

Chelsea Manning tornerà libera il 17 maggio
(Foto di https://www.flickr.com/photos/gazeronly/14513283026)

Alla fine, tre giorni prima dell’uscita formale dalla Casa Bianca, la grazia del Presidente Obama è arrivata. Chelsea Manning, l’analista militare condannata nel 2013 a 35 anni di carcere per aver divulgato 700.000 documenti riservati, molti dei quali relativi all’operato dell’esercito statunitense in Iraq e in Afghanistan, tornerà in libertà il 17 maggio.

Arrestata nel maggio 2010, Manning è stata sottoposta a una durissima detenzione preventiva, tra cui 11 mesi di trattamento equivalente alla tortura, in una base militare in Iraq e poi in quella di Quantico, negli Usa.

Manning ha sempre sostenuto di aver agito nell’interesse pubblico, per generare un dibattito alla luce del sole sulla guerra, i suoi costi e le sue conseguenze. Alcuni dei documenti che ha reso noti riguardano possibili violazioni del diritto internazionale umanitario da parte dell’esercito degli Usa su cui sarebbe necessario svolgere indagini approfondite e indipendenti.

Manning ha tentato due volte il suicidio, a luglio e a ottobre dello scorso anno. Dopo il primo tentativo, è stata punita con 14 giorni di isolamento.

Categorie: Diritti Umani, Nord America, Opinioni
Tags: , , ,

Notizie giornaliere

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.


Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza

App Pressenza

App Pressenza

Milagro Sala

Canale di youtube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.