Nell’ambito dell’appello internazionale lanciato dal Festival Internazionale di Letteratura di Berlino, anche a Bologna, come in numerose altre città italiane e del mondo, il 14 gennaio 2016 sarà organizzato l’evento “Free Ashraf Fayadh” a sostegno del poeta, curatore e artista palestinese condannato a morte in Arabia Saudita. La serata si svolgerà alla Libreria Ubik-Irnerio, via Irnerio 27, Bologna, dalle 17,30 alle 19,30, prevede letture in italiano ed arabo di poesie dello stesso Ashraf, musiche dal vivo del gruppo musicale Hudud (ConFini) composto da musicisti provenienti da Medio Oriente ed Europa, un collegamento Skype da Baghdad con lo scrittore iracheno Gassid Mohamed autore di un saggio di approfondimento sulla vicenda giudiziaria con un’attenta analisi dei testi incriminati, un banchetto di Amnesty International, organizzazione che ha lanciato uno degli appelli per la liberazione del poeta, un breve intervento de lamacchinasognante.com, contenitore di scritture online, che insieme al gruppo di poesia multiVERSI e all’associazione Movimentodalsottosuolo promuove l’evento.

Per ulteriori informazioni, telefonare a Pina Piccolo 3386268250, Bartolomeo Bellanova 3389883340, Libreria Ubik Irnerio 051 251050

Per informazioni integrative sulla vicenda giudiziaria, la biografia e le poesie di Ashraf, come pure per gli eventi a sostegno in Italia, vedi il sito apposito di Editoria Araba https://editoriaraba.wordpress.com/2015/12/21/iniziative-italiane-per-il-poeta-ashraf-fayadh/; per approfondimenti ed un’attenta analisi dei testi poetici incriminati leggere il saggio di Gassid Mohammed, in questo numero de lamacchinasognante.com, http://www.lamacchinasognante.com/la-morte-e-vetro-la-poesia-e-luce.