Mozambico: finalmente un Paese libero dalle mine anti-persona

18.09.2015 - MISNA Missionary International Service News Agency

Mozambico: finalmente un Paese libero dalle mine anti-persona
(Foto di United Nations Photo via flickr.com)

Il Mozambico è finalmente un paese libero dalle mine anti-persona. Secondo l’ong inglese Halo Trust, che ha partecipato ai lavori di bonifica, l’ultimo ordigno disinnescato si trovava su un ponte ferroviario nella regione centrale del paese. Secondo l’esecutivo di Maputo, tra il 2008 e il 2014 era stata già bonificata un’area di 54 mila chilometri quadrati.

Quasi 86 mila le mine anti-persona disinnescate e 133 quelle anti-carro, oltre a 5 mila altre bombe inesplose. Dal 1992, quando finì la guerra civile, in Mozambico le vittime di questo tipo di ordigni sono state circa 10 mila. Oltre che per la sicurezza e la protezione della popolazione, il lavoro di bonifica è fondamentale da un punto di vista economico, consentendo l’utilizzo di terre fertili in precedenza abbandonate.

La conclusione della campagna in Mozambico, del resto, rafforza la speranza che un traguardo simile possa essere raggiunto in altri paesi alla prese con l’eredità dell’uso diffuso delle mine anti-persona; tra questi lo Sri Lanka, il Laos, l’Angola e la Colombia.

 

 

Categorie: Africa, Diritti Umani, Pace e Disarmo
Tags: , , ,

Newsletter

Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera.

Cerca

Giornata della Nonviolenza

Giornata della Nonviolenza

Il canale Instagram di Pressenza

Documentario: L'inizio della fine delle armi nucleari

Documentario: RBUI, il nostro diritto di vivere

Mobilitiamoci per Assange!

App Pressenza

App Pressenza

Canale di YouTube

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

International Campaign to Abolish Nuclear Weapons

Archivi

xpornplease pornjk porncuze porn800 porn600 tube300 tube100 watchfreepornsex

Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license.